3 luglio 2015 - Cesena, Politica

Coordinamento Nazionale degli enti locali per la pace e i diritti umani, il M5S denuncia una situazione di grande ipocrisia

CESENA. Giovedì 2 luglio si è svolta la Commissione Comunale che ha ospitato il Direttore del Coordinamento Nazionale degli enti Locali per la pace e i diritti umani. Retorica e ipocrisia erano più che annunciate, ma era nostro dovere di Consiglieri e Portavoce essere presenti.

Oltre a circa metà dei componenti della Commissione erano presenti anche due dei principali rappresentanti locali dell’Associazione pacifista finanziata dal Comune di Cesena e l’Assessore , incaricata del tema.

La relazione di Flavio Lotti ha spaziato sui soliti luoghi comuni: dalle città per la pace alle scuole laboratorio di pace, per arrivare anche alla pace a km0. E ha annunciato la campagna per il diritto alla pace che manca dai diritti umani riconosciuti, e anche una campagna per il rafforzamento delle Nazioni Unite.

Lo stile degli interventi dell’Assessore Francesca Lucchi, dei Consiglieri del PD Bracci, D’Altri, Santero e Rossi, e dei Consiglieri comunali di Libera Cesena Gilberto Zoffoli e Marco Casali e del rappresentante locale del Tavolo per la Pace Piero Pieraccini è stato in piena sintonia con il relatore.

Unica voce fuori dal coro quella del Movimento 5 Stelle.

Il portavoce Rosso ha messo in evidenza il coinvolgimento delle Nazioni Unite nelle guerre e nelle stragi di civili in Iraq, Afghanistan, Libia e Siria dove sono ormai evidenti le prove degli Stati che finanziano e ospitano i terroristi, dal Qatar all’Arabia Saudita, dalla Turchia alla Giordania e Israele.

Come i professionisti della politica, anche i professionisti della pace sembrano interessati soprattutto a non disturbare i padroni del vapore, anzi a supportarli, e probabilmente in cambio di qualche piccolo beneficio e privilegio sono capaci di digerire ogni cosa, come i miliardi stanziati per i caccia bombardieri F35, l’utilizzo del termine “operazione di pace” per gli interventi di guerra coloniale in Iraq, Afghanistan e Libia, il continuo compimento da parte della Nato di crimini contro l’umanità con l’utilizzo di mine antiuomo e proiettili all’uranio impoverito e tante altre armi e strumenti di strage e tortura, o gli omicidi mirati senza sentenza con l’uso dei droni.

Le guerre sono il frutto dell’ingordigia dei potenti che considerano il pianeta e l’umanità terre da conquistare e popoli da ridurre come schiavi per essere sfruttati. E perciò il Movimento 5 Stelle vuole restituire a tutti popoli della terra la sovranità sulle loro terre, sulle loro ricchezze e sulla loro moneta, invece di derubarli come avviene in Africa, nel Medio Oriente e ora anche in Grecia e in Italia.

Il potere di decidere del proprio futuro va affidato ai popoli e non delegato ai Governi dei potenti nelle Nazioni Unite: più le decisioni si allontanano dai popoli e più i potenti, le multinazionali, la finanza, l’industria militare potrà perpetuare il dominio e gli interessi di pochi sull’umanità.

Per tutto questo il Movimento 5 Stelle Cesena propone di discutere in Consiglio Comunale e non solo nelle commissioni-vetrina, il ruolo delle Nazioni Unite (e della Nato e dell’Unione Europea) per una reale e concreta iniziativa di vera pace mondiale.

 

Ufficio Stampa Gruppo Consiliare Movimento 5 Stelle Cesena

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.