28 febbraio 2015 - Cesena, Arte

Le "Camioniste polacche"

Inaugurata oggi la mostra che racconta una pagina poco conosciuta di storia

CESENA - Si intitola “Camioniste polacche – Ausiliarie del 2° Corpo  Polacco dalla Russia all’Italia 1942-1946”, la mostra fotografica inaugurata oggi nella sala conferenze “Sigfrido Sozzi” al primo piano del Palazzo del Ridotto, per iniziativa curata dell’Associazione Polonia di Cesena, in collaborazione con l’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età contemporanea.

 

La mostra rievoca  una pagina poco conosciuta della storia della Seconda guerra mondiale, quando

centinaia di giovani volontarie polacche seguirono corsi di addestramento  per diventare ausiliarie dell’esercito come camioniste per i rifornimenti alle truppe: una delle loro compagnie – la 316^ Compagnia di Trasporto – prestò servizio in Romagna, con base prima a Meldola e poi a Forlì.

 

Al taglio del nastro, fissato alle ore 17, interverranno la Presidente dell’Associazione Polonia di Cesena Bernadeta Grochowska, la Presidente dell’Istituto Storico Ines Briganti, il Presidente dell’Associazione delle Famiglie dei Combattenti Polacchi in Italia. Maurizio Nowak

 

A presentare ed illustrare la mostra la  regista cinematografica  Elena De Varda di cui, subito dopo è stato proiettato il film “Per la nostra e la vostra Libertà”.

 

La mostra “Camioniste polacche”, che rientra nel programma del “Marzo delle donne” è stata finanziata dal Ministero degli Esteri Polacco, rimarrà allestita fino al 22 marzo e potrà essere visitata nelle giornate di mercoledì, sabato e domenica dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 16 alle ore 19.

 

L’ingresso è gratuito.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.