4 novembre 2014 - Cesena, Cronaca

Maltrattamenti in famiglia e una pistola non denunciata, cinquantenne in carcere

Con un'arma denunciata come smarrita nel 1976 minacciava la moglie

SAVIGNANO SUL RUBICONE - I militari della dipendente Stazione di Savignano sul Rubicone nella mattinata di sabato 1 novembre hanno tratto in arresto in flagranza di reato un italiano, classe '64, censurato, residente in uno dei comuni della Valle del Rubicone, per detenzione illegale di armi e munizioni da guerra e per maltrattamenti in famiglia.

I militari, a seguito di un’attenta attività investigativa, hanno rinvenuto una pistola semiautomatica, con relativo caricatore inserito, contenente 8 cartucce caricate a pallottola, detenuta illegalmente: l'arma, infatti è risultata essere stata smarrita nel 1976.

L'uomo è stato inoltre deferito per il reato di ricettazione, perché, stando sempre a quanto riportato dalle forze dell'ordine, al fine di procurarsi un ingiusto profitto occultava all'interno del proprio capanno in lamiera, adiacente la sua abitazione, l'arma illegalmente detenuta.

 

A queste accuse si sono aggiunte poi quelle gravissime di maltrattamenti in famiglia, di violenza sessuale e violenza privata aggravata.

Ricostruendo un pezzo dopo l'altro l'intera vicenda i militari hanno portato alla luce episodi di maltrattamenti e e vessazioni commesse nei confronti della moglie convivente, che l'uomo avrebbe minacciato più volte facendo ricorso anche alla pistola.

 

Al termine di tutta l’attività, l’arrestato, così come da disposizioni del PM di turno, Dott. Bartolozzi, è stato associato presso la Casa Circondariale di Forlì, dove nella giornata di ieri è stato effettuato l’interrogatorio di convalida del G.I.P., che ha applicato nei suoi confronti la custodia cautelare in carcere.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.