28 settembre 2014 - Cesena, Cronaca, Politica

Area Baruzzi, Cesena SìAmo Noi chiede l'intervento della Municipale ma prima viene il calcio

Agenti impegnati nel pattugliamento dello stadio, rimandata la verifica dell'esposto di Davide Fabbri

CESENA – Qualche giorno fa, Davide Fabbri ecologista e membro del direttivo del Movimento Cesena SìAmo No ha inoltrato un esposto al Comando della Polizia Municipale riguardo all’area “Baruzzi” di Pievesestina.

 

A distanza di tempo, non avendo avuto alcun riscontro dal dirigente al momento incaricato di sostituire il Comandante (funzione ad oggi ancora vacante), Fabbri si è recato di persona agli uffici per  depositare altri documenti e per chiedere un immediato intervento da parte delle forze di Polizia Municipale per valutare la congruità fra le imposizioni di una ordinanza emessa dal Comune di Cesena su sollecitazione del consigliere Vittorio Valletta e gli effettivi lavori di bonifica del sito “parzialmente abusivo”.

 

“La cosa gravissima è che il Comune di Cesena fino ad ora – spiega Fabbri - ha dimostrato di essere disattento ai temi della legalità: a fronte di dinieghi di sanatorie presentate da Baruzzi Natale e da Baruzzi Sabrina, non ha emesso le necessarie ordinanze di demolizione delle opere abusive”.

Nonostante le premesse, non è avvenuto nessun controllo dato che dalla Municipale è organizzata in forze per il presidio dello stadio Manuzzi, in vista dell’incontro di questo pomeriggio, quando i bianconeri ospiteranno il Milan.

 

“Una domanda sorge spontanea - commenta Fabbri - è più importante e urgente il controllo del territorio da possibili abusi o è più importante e urgente una partita di calcio?”

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.