5 settembre 2014 - Cesena, Cronaca, Politica, Società

Esposto alla Guardia di Finanza di Davide Fabbri sulla residenza all'estero di Pierluigi Alessandri

"Trasferimento per evitare le insidie del fisco italiano?"

CESENA - Davide Fabbri, ecologista e membro del direttivo del Movimento Cesena SìAmo Noi ha annunciato di aver presentato alla Guardia di Finanza di Cesena una segnalazione sulla legittimità della residenza in Svizzera di Pierluigi Alessandri, vicepresidente di Technogym. Si tratta di un vero e proprio invito alle fiamme gialle di svolgere un’accurata indagine volta a comprendere e se effettivamente Alessandri abbia o meno trasferito la propria residenza da Longiano in Svizzera.

La vicenda ha preso le mosse da un documento che Fabbri ha trovato nella propria buchetta un atto recapitato in forma anonima che parrebbe emesso dal Comune di Longiano.

 

Da settimane l'ecologista cesenate pubblica sul proprio profilo di facebook una sorta di rubrica intitolata "I poteri forti di Cesena", in cui propone approfondimenti e piccole inchieste suggerendo spunti su cui riflettere. Andando al sodo della segnalazione emergerebbe che il Comune di Longiano, sulla base della documentazione emessa dal Consolato Generale d’Italia a Lugano, avrebbe iscritto Pierluigi Alessandri all’AIRE (l’anagrafe degli italiani residenti all’estero).

 

“Il Comune di Longiano, col proprio ufficiale di anagrafe, in riferimento ad una nota del Consolato Generale d'Italia in Lugano, comunica al signor Pierluigi Alessandri - strada XXXX - XXXX - CASTAGNOLA (SVIZZERA) - di aver iscritto all'Aire del Comune di Longiano in data 6 aprile 2011 all'indirizzo XXXX - XXX – CASTAGNOLA (SVIZZERA)”. Questa citazione viene da un testo ufficiale del Comune di Longiano.

 

La legge sulla residenza fiscale all'estero è molto precisa: sono considerate residenti le persone fisiche che per la maggior parte dell'anno risiedono in quella residenza.

 

Il dubbio di Fabbri è legittimo: si tratta di un vero trasferimento o no? Nella sua segnalazione alla Guardia di Finanza l’ECOLOGISTA scrive: “Invito pertanto l'organismo di controllo fiscale – la Guardia di Finanza - a svolgere un'indagine volta a capire se l'aver trasferito la residenza all'estero, è servito o meno per evitare le insidie del fisco italiano”. Sarà ora compito delle forze dell’ordine accertare che Pierluigi Alessandri e famiglia vivano o meno all’estero per la maggior parte dell’anno e non nella villa extra lusso di Longiano il cui valore supera, secondo quanto riportato da Fabbri, i 6 milioni di euro e di cui vi riportiamo alcune immagini che risalgono al momento della costruzione.

 

Il sospetto, tutto da verificare, è che l’intera famiglia possa avere residenza all’estero e questo si scontrerebbe le vacanze estive trascorse a Milano Marittima e con il percorso scolastico della figlia del vicepresidente di Technogym che pare, invece, frequenti l’università a Firenze. Per ora si tratta solo di supposizioni e fino a prova contraria la situazione è da considerarsi pienamente in regola con le norme vigenti.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.