25 maggio 2014 - Cesena, Società

A Marisa Marisi, il premio per l’ impegno sociale al femminile

CESENA -  "A Cesena,sabato 24 Maggio , presso la sala “ Egidio Cacciaguerra “ della Banca di Cesena, in Viale Bovio 72  , é stato  conferito il Riconoscimento F.I.D.A.P.A. 2014 , Premio “ Donatella Baiardi”, per l’ impegno sociale al femminile a Marisa Marisi . La cerimonia é stata introdotta dalla Presidente di F.I.D.A.P.A Sezione di Cesena Giuseppina Ghini.

 

Marisa Marisi é stata  presentata da Raffaella Candoli . Sono Intervenuti  Elena Baredi, Assessore alla Cultura, alle Politiche delle Differenze, alla Pubblica Istruzione del Comune di Cesena, il Presidente della Banca di Cesena  Walter Baraghini,Edoardo Preger, Giordano Conti,Elide Urbini, Elvira Riviezzo, Anna Maria Piraccini. L’ evento è stato reso possibile con il contributo della Banca di Cesena. Il Riconoscimento F.I.D.A.P.A 2014 è stato assegnato a Marisa Marisi dal Presidente della Banca di Cesena Walter Baraghini  per il suo impegno nell’ associazionismo ed in particolare per la sua presenza attiva nella società sempre a fianco delle donne. Nata a Forlì nel 1930 , Marisa Marisi entra giovanissima nel PCI e nel sindacato. Come sindacalista, opera nell’ ambito delle aziende ortofrutticole e presso le industrie Arrigoni dove vi era una consistente presenza di operaie.

 

Il suo impegno sindacale a favore delle donne era finalizzato ad ottenere una giusta remunerazione,orari di lavoro adeguati e la tutela delle categorie a rischio di licenziamento. Negli anni ’50 entra a far parte dell’ Unione Donne Italiane , associazione che si batte per l’ emancipazione femminile e nel ’ 54 diviene segretaria dell’ UDI di Cesena.Per 10 anni è consigliere comunale presso il Comune di Cesena nelle file del PCI; tra gli anni ’50 e gli anni ’60 gli incarichi istituzionali assegnati alle donne erano piuttosto rari; nel 1958 , quando Marisa Marisi era Consigliere Comunale, le donne del PCI in Consiglio Comunale, a Cesena, erano solo 4.

 

Negli anni ’60 , Marisa Marisi è attiva nell’ ARCI di Cesena,occupandosi soprattutto di teatro ; si devono a lei gli spettacoli nelle Case del Popolo del cesenate del Premio Nobel Dario Fo, ai tempi dell’ ostracismo RAI nei confronti di Dario Fo e Franca Rame.Marisa Marisi si occupa anche dei diritti dei minori: per nove anni fa parte del Consiglio di Amministrazione del ROIR ( Roverella Orfanotrofi Riuniti ).Nel 2007 , ha fondato l’ associazione perledonne, che nasce con la missione di essere a fianco delle donne che subiscono violenza ed abusi famigliari e sociali .perledonne promuove azioni positive e promozione culturale al femminile in particolare per sensibilizzare l’ opinione pubblica contro la violenza sulle donne.

 

Molto è stato fatto in questi sette anni in collaborazione con le altre associazioni femminili della città nell’ ambito del Forum Donne e in collaborazione con l’ amministrazione comunale.In particolare , l’ associazione perledonne ha organizzato progetti nelle scuole e nei quartieri della città per la campagna “ Cesena città per le donne. Contro la violenza sulle donne, l’ indifferenza è complice .”Protagonista instancabile dell’ impegno sociale a favore delle donne, dei fanciulli e delle fasce più deboli della società,Marisa Marisi è sempre stata animata da passione politica e dalla consapevolezza che agire nel sociale può cambiare la realtà in meglio. Dal 1954 nell’ UDI al 2014 nell’ associazione perledonne , sessanta anni di impegno sociale in prima persona nell’ associazionismo femminile : grazie Marisa".
                                                                                                  Lia Briganti

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.