20 maggio 2014 - Cesena, Economia & Lavoro

Il sistema della ricerca in agricoltura, il ruolo del CRPV

Il 27 maggio a Cesena un workshop per discutere sul nuovo Programma di Sviluppo Rurale

CESENA - Oggi è fondamentale che la ricerca in agricoltura sia in forte relazione con le imprese del settore per rendere più solido e competitivo l’intero comparto, con occhi particolarmente attenti all’innovazione, al fine di giungere a produzioni ortofrutticole di qualità, sempre più rispettose dell’ambiente. Questa è in sintesi l’indicazione della Regione Emilia Romagna all’interno del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020, che mette sul piatto ben 95 milioni di euro in 7 anni per progetti di innovazione che creino forte sinergia fra filiera produttiva, ricerca, formazione e conoscenza.

Nel corso di un workshop, previsto a Cesena il prossimo 27 maggio (ore 11,00 c/o Sala Tecnovie via dell’Arrigoni, 120), nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia Romagna, il Centro Ricerche Produzioni Vegetali (CRPV) si interrogherà sul ruolo che potrà giocare in questa complessa programmazione, a margine della propria assemblea ordinaria di approvazione del bilancio, che ha sancito la “bontà” dell’attività dell’ente, che ha chiuso l’esercizio 2013 con un utile di euro 5.824 e la realizzazione complessiva, nell’ultimo anno, di oltre 90 progetti di ricerca, sperimentazione e trasferimento delle conoscenze.

“Il nostro compito – spiega il presidente CRPV Giampiero Reggidori - è quello di rendere più fluida la filiera del sapere, ponendosi come intermediario tra le esigenze della produzione e gli enti pubblici: in sostanza raccogliamo le istanze del mondo agricolo, elaboriamo progetti insieme ad altri centri di ricerca o Università e restituiamo i risultati conseguiti alle imprese e agli agricoltori. Oggi, più che mai, abbiamo il compito di seguire con forza le indicazioni che ci provengono dall’Unione Europea e dalla Regione Emilia Romagna, che ci tracciano un percorso nel quale sono prioritari l’innovazione dei sistemi produttivi, la sostenibilità economica e ambientale, il miglioramento della qualità delle produzioni”.

Al workshop parteciperanno, oltre allo stesso Reggidori, anche Giancarlo Cargioli, (Direzione Generale Assessorato Agricoltura - Regione Emilia-Romagna), Mirco Zanotti (presidente di APOFRUIT Italia), Stefano Balestri (direttore di CAC Cooperativa Agricola Cesenate), Raimondo Ricci Bitti (presidente del Consorzio Agrario di Ravenna) e Carlo Dalmonte (presidente CAVIRO).

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.