13 marzo 2014 - Cesena, Società

Inaugurate le ‘casine’ EnAIP nell’area verde dell’ex Zuccherificio

CESENA - Tre coloratissime “casine” realizzate dai ragazzi del Centro di Formazione e Lavoro EnAIP da oggi rallegrano l’area verde all’incrocio fra via Machiavelli e via Zuccherificio, davanti alla struttura del Don Baronio. A realizzarle sono stati i ragazzi del Centro di Formazione e Lavoro EnAIP, che hanno voluto così fare un regalo speciale alla città, per far conoscere la magia di vivere in un mondo in cui le case hanno i tetti multicolori, le finestre e le porte sghembe, ma soprattutto il sogno dell’En.A.I.P ha, quello dell’integrazione attraverso il riconoscimento della bellezza che è dentro e fuori ognuno di noi, e che è il marchio della nostra unicità.

Per questo le hanno affidate al Comune che, dopo aver individuato lo spazio più adatto per ospitarle, scegliendo questa area verde di grande passaggio, ha provveduto alla loro installazione. 

Questa mattina si è svolta l’inaugurazione ufficiale. Presenti il Sindaco Paolo Lucchi, il Vescovo di Douglas Regattieri, la Presidente del Consiglio Comunale Rita Ricci, le Assessore Elena Baredi, Simona Benedetti e Maura Miserocchi la Presidente EnAIP Forlì-Cesena Margherita Collareta. Ma, soprattutto c’erano i ragazzi e gli operatori di EnAIP, e anche tanti genitori, riunitisi per festeggiare l’avvenimento.

Le tre ‘casine’ sono in realtà “casone” che riproducono, in formato 2 per 1.20 metri, quelle più piccole che da tempo realizzano i ragazzi disabili che frequentano il centro di Formazione Lavoro Ceramica e Legno dell’ dall’En.A.I.P di Cesena.

Le casine nascono all’interno del Centro di Formazione Lavoro (CFL), attivo a Cesena dal 1984. È    uno spazio di lavoro rivolto a persone disabili gestito dall’En.A.I.P di Forlì Cesena in convenzione con l’Area Disabili Adulti dell’Azienda Usl di Cesena. Il Centro è costituito da quattro settori lavorativi - Ceramica, Pelle, Legno e Assemblaggio - ed è aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 16.30, da settembre a fine luglio.

All’interno dei vari settori si realizzano manufatti in pelle, cuoio, ceramica, legno e pannelli decorativi. La produzione di casette di legno, utilizzate anche come diffusori di luce, è frutto della collaborazione fra i settori ceramica e legno. L’obiettivo è quello di consentire ai ragazzi di realizzarsi e collaborare positivamente tra loro, sia dal punto di vista lavorativo, che socio-relazionale. La giornata lavorativa degli utenti è suddivisa in base alle varie attività che svolgono, momenti nei quali hanno la possibilità di esprimere appieno le loro capacità creative ed inventive.

E’ da questi assunti che vecchie cassette della frutta, materiale di poco pregio e molto disponibile  in un contesto come quello cesenate di “Capitale Italiana dell’Ortofrutta”, vengono smontate, tagliate su disegno, scartavetrate e poi di nuovo assemblate. Così nascono case piccole e grandi, larghe e strette, alte e basse. Sempre e comunque storte, colorate, in una parola uniche. Uniche come ognuno di noi, con le proprie difficoltà e risorse, potenzialità e limite. Pareti, tetti e finestre sghembe, pitturate e decorate con tinte intense, piene, allegre e vivaci. E poi trasformate in oggetti utili: non solo oggetti di decorazione, ma anche lampade, luci che sembrano uscire dalla fantasia di un bambino, ma che nascono da un concetto più ampio: la necessità di integrazione. Integrazione interna al laboratorio, dove partecipano 18 “ragazzi”, persone con disabilità media e grave, che non riuscirebbero a trovare una collocazione lavorativa nel mercato del lavoro comune, ma che trovano ogni giorno un ambiente dove essere protagonisti.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.