13 febbraio 2014 - Cesena, Cultura

Visibile tutti i giorni a Palazzo Vendemini la mostra "Giusti in tempi ingiusti"

SAVIGNANO SUL RUBICONE - E' visibile tutti giorni (domenica esclusa) presso la Sede della Biblioteca Comunale (Palazzo Vendemini, corso Vendemini 67) la mostra storico-culturale “Giusti in tempi ingiusti”, aperta lunedì 27 gennaio in omaggio alla Giornata della Memoria e visitabile fino al 6 marzo Giornata Europea dei Giusti nei seguenti orari di apertura: lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle ore 9 alle ore 19; mercoledì e sabato dalle ore 9 alle ore 13. Ingresso libero.

 

La mostra, promossa dal Comune di Savignano sul Rubicone e dall'Istituzione Cultura Savignano per celebrare la “Giornata della Memoria” è prodotta a cura dell'Associazione “Scuola Permanente” di Savignano sul Rubicone, dell'Associazione Ragazzi VAR di Gatteo e del Centro Culturale “Il Gabbiano” di Cesenatico e racconta la storia di alcuni dei “giusti” cui è dedicato il Museo dei Giusti di Gerusalemme offrendo, così, la preziosa occasione di conoscere le azioni di uomini e donne che - spesso a rischio della propria vita - salvarono gli ebrei dallo sterminio. Singole persone del nostro territorio che negli anni bui della persecuzione nazifascista hanno saputo portare aiuto, speranza e, spesso, salvezza.

 

Donne e uomini insieme straordinari e assolutamente normali, cui la naturalezza del bene apparve più forte dell'imperativo del male, di denunciare, approfittare, guadagnare o anche soltanto ignorare. Trova posto nel Museo di Yad Vashem in Gerusalemme, memoriale delle vittime dell'Olocausto, il “Giardino dei Giusti tra le Nazioni”. Sorge in quel luogo in onore di ogni uomo che si è opposto alla barbarie nazista e di tante dittature nel mondo.

 

La mostra è composta di pannelli che raccontano le azioni di questi uomini e donne. Fanno parte di questo percorso di riflessione e memoria in onore della Shoah Odoardo Focherini, Don Dante Sala, Josef Indig Itahi e “I ragazzi di Villa Emma” di Nonantola, Giuseppe Moreali e Don Arrigo Beccari, Ezio Giorgetti e Osman Carugno, gli emiliano-romagnoli tra i 524 giusti di nazionalità italiana.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.