8 febbraio 2014 - Cesena, Cronaca, Società

Opere pubbliche, a Cesena lo scorso anno spesi oltre 5 milioni di euro

CESENA - In tempi di vacche magre, il Comune di Cesena riesce comunque a concretizzare una fetta consistente del programma dei Lavori Pubblici, anche se la micidiale tagliola dei vincoli di pagamento ha costretto a rallentare alcuni interventi, mentre in altri casi sono i problemi delle ditte appaltatrici a frenare le opere.

 

Nel 2013 sono  una quarantina le opere per le quali si è rispettato il programma,  per un importo complessivo di oltre 5,5 milioni di euro. La percentuale di spesa sostenuta per la realizzazione del programma in termini economici pari al 63% di quanto previsto, ma questo non significa che il restante 37% corrisponda solo ad opere non realizzate. Infatti, in alcuni casi, la mancata spesa è dovuta al ribasso d’asta ottenuto al momento dell’affidamento.

 

E’ quanto emerge dal rapporto consuntivo di fine anno riferito allo stato di avanzamento del programma triennale dei Lavori Pubblici.

“Anche nell’anno appena concluso – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi – siamo riusciti a mantenere una buona capacità di realizzazione degli investimenti e, soprattutto, abbiamo portato a conclusione interventi importantissimi, primo fra tutti quello della nuova ala della Biblioteca Malatestiana.

 

Ma non dimentichiamo, anche, che  nel giro di pochi mesi abbiamo inaugurato la nuova materna di Martorano e l’ampliamento della scuola elementare  di Pievesestina, mentre abbiamo restituito la piena agibilità al Carisport. Anche per un Comune virtuoso e con i conti in ordine come il nostro, però, resta la difficoltà (e anzi, di anno in anno diventa maggiore) di programmare opere realisticamente realizzabili: l’assottigliarsi delle risorse e lo slalom fra vincoli sempre più complessi, ci costringono a procedere con i piedi di piombo, e a definire le priorità di intervento in un orizzonte sempre più ristretto.

 

Questo non significa che in futuro non ci saranno interventi di rilievo; è molto probabile, però, che saranno più rarefatti nel tempo, e che la manutenzione del patrimonio esistente diventi l’impegno principale. Un impegno, per altro, a cui già dedichiamo molta attenzione”.

 

Entrando nel dettaglio, sono 38 i progetti ( fra quelli inseriti nel programma triennale 2012-2014 e quelli del programma 2013-2015)  che sono stati conclusi o, comunque, portati avanti nel 2013 secondo le previsioni.

La quota più consistente è rappresentata dall’edilizia pubblica, con un impegno economico complessivo  riferito al 2013 di 4 milioni e 300mila euro.

 

Fra le opere più rilevanti, la conclusione dell’intervento sulla Malatestiana (300mila euro sul capitolo 2013), la nuova materna di Martorano (2 milioni e 279mila euro, di cui 1.253mila euro nel 2013),  la riqualificazione energetica della media Plauto (495mila euro nel 2013 sui 900mila totali, coperti per circa il 50% da finanziamenti europei: l’inaugurazione è prevista per i primi di marzo) l’ampliamento della scuola elementare di Pievesestina, per un importo complessivo di 1,8 milioni, di cui 450mila euro nel 2013. Da sottolineare che per questo intervento, l’impegno economico è risultato inferiore del 15% rispetto alle previsioni grazie al ribasso d’asta.

 

Conclusa anche la manutenzione straordinaria del Carisport (672mila euro nel 2013, su un importo complessivo di 900mila euro) e quella di Villa Silvia (280mila euro nel 2013, mentre l’anno precedente era stata eseguita una prima tranche di lavori per 120mila euro), mentre sono stati eseguiti interventi di manutenzione scolastica per un importo di 105mila euro.

 

E’ di 1 milione e 245mila euro il valore delle opere realizzate sul fronte della viabilità, dove la voce più consistente è rappresentata dalla rotonda di Case Gentili, con un importo complessivo di 600mila euro, di cui 360mila euro nel 2013. Consistente il pacchetto delle manutenzioni stradali realizzate nel corso dell’anno, per una somma di 745mila euro, di cui 325mila utilizzati per la manutenzione straordinaria delle strade extraurbane, 100mila euro per il progetto di sicurezza stradale dei quartieri e 150mila per la segnaletica orizzontale e verticale.

 

Fra le opere che hanno subito rallentamenti, la sistemazione a verde dell’area soprasecante, di cui è stato realizzato  un terzo di quanto previsto e la realizzazione delle aree di laminazione del fiume Savio in zona Ca’ Bianchi (eseguiti lavori per 108mila euro, contro i 240mila previsti). In entrambi i casi, i lavoro sono stati rallentati volutamente, per i vincoli sui pagamenti imposti dal rispetto del patto di stabilità. Nel primo caso, la fine lavori è prevista per giugno 2014, nel secondo caso I lavori si concluderanno entro settembre 2014.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.