Cesena, il bilancio di previsione slitta a giugno?

CESENA – “l’Amministrazione comunale continuerà fino in fondo il proprio lavoro, per portare a compimento i progetti avviati, in coerenza con il piano di mandato”: questa la prima certezza che si evince da una nota uscita da Palazzo Albornoz con la quale l’amministrazione Lucchi nonostante le oggettive difficoltà interne, detta una road map sulle attività che verranno portate avanti nei prossimi mesi.

 

Nei giorni scorsi il primo cittadino di Cesena aveva pubblicamente annunciato l’impossibilità disarmante di non poter procedere alla stesura del documento di programmazione economico finanziaria a causa delle incertezze normative, nel turbinio di tasse e aliquote in continuo cambiamento. Il rischio, è che del bilancio di previsione si debba occupare la prossima amministrazione e quindi l’approvazione della programmazione di spesa del 2014 slitti a giugno 2014, con conseguenze non prevedibili in una gestione provvisoria dell’economia comunale.

 

Il sindaco, quindi, non potendo procedere su un versante, concentra la sua attenzione su altri piani, spostando l’attenzione su questioni diverse, come la riqualificazione della via Emilia e il Tecnopolo, la preparazione del nuovo Piano Strutturale, l’ampliamento della raccolta differenziata, la valorizzazione dell’offerta culturale e turistica di Cesena, la semplificazione.

 

Come spesso fatto nel corso di questa legislatura, il primo cittadino scrive un’altra lettera a tutti i capigruppo così da metterli al corrente sui principi e sulle idee che l’amministrazione vuole intraprendere da qui alla scadenza del mandato: “Per il terzo anno consecutivo, siamo stati costretti a far ricorso all’esercizio provvisorio, e questa condizione non è sicuramente la migliore per rispondere nel modo più soddisfacente alle esigenze di cittadini, famiglie e imprese”, scrive di proprio pugno Lucchi che ammette l’eventualità di non poter approvare il bilancio entro i termini previsti dalla legge e a tal proposito si legge ancora nella lettera ai capigruppo: “ci appare oramai molto difficile riuscire ad approvare il bilancio preventivo 2014 entro il mese di marzo, cioè nei tempi utili prima della scadenza elettorale del nostro mandato”.

 

Lucchi mira comunque a garantire, almeno per i prossimi tre mesi, a garantire il sostegno necessario alle fasce più deboli con tre linee di azione: contrasto alla povertà, implementazione dei servizi sociali rivolti ad anziani e disabili e reinserimento sociale dei giovani “fragili” nel mercato del lavoro.

 

Proprio sul mercato del lavoro si apre un nuovo capitolo, perché prima di tutto Lucchi intende potenziare il pacchetto lavoro: “In particolare ci adopereremo per sostenere i progetti relativi allo strumento dei tirocini e a facilitare le opportunità di neoimprenditoria da parte dei giovani, creando le condizioni per un migliore accesso ai servizi di accompagnamento alla creazione di impresa, in particolare creativa e innovativa, con la predisposizione di servizio di supporto ad hoc”, sottolinea il sindaco che pone l’accento anche sul potenziamento nell’incrociare domanda e offerta.

 

Il problema sicurezza è un tasto davvero delicato in questo momento sul territorio di Cesena con una crescita esponenziale di furti in appartamento ed ed una fiducia dei cittadini ai minimi storici. Lucchi ha rilanciato la possibilità di agevolare la nuova realizzazione della caserma dei Carabinieri cercando di rilanciare l’ipotesi di avere più forze dell’ordine sul territorio, ma la contropartita non è stata presa in considerazione, o meglio tutto tace su questo fronte.

 

Si corre quindi ai ripari e si mira ad implementare il sistema di videosorveglianza ritenendo possa avere un effetto deterrente sui reati.  Nel frattempo la Protezione Civile potrà godere di una nuova sede operativa in piazza Aguselli.

 

Sul fronte dell’educazione, sempre da qui ai prossimi tre mesi, vi è in programma il monitoraggio della qualità del servizio pedagogico dagli 0 ai 18 anni in collaborazione con l’Ausl di Cesena, la Facoltà di Psicologia, la Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena e l’Ufficio Scolastico Provinciale.

 

Infrastrutture e lavori pubblici, ecco su cosa l’amministrazione vuole spingere l’acceleratore: a quanto confermato dallo stesso primo cittadino di Cesena è stato appena affidato l’incarico di progettazione definitiva dell’intervento di riqualificazione della via Emilia ovest, che comprende la realizzazione della pista ciclabile e la sistemazione delle aree laterali. C’è in programma anche l’avvio dei lavori per la realizzazione della rotonda all’incrocio del Rugantino, mentre stanno per partire le procedure progettuali per quella in zona S. Cristoforo. Entro febbraio sarà aperta la gronda Bretella e di conseguenza sono già partiti gli studi preliminari per la riqualificazione della via Cervese.

 

Nelle prossime settimane partiranno anche i lavori per il ripristino del parcheggio in piazza Aguselli. Fra i prossimi interventi anche l’avvio della riqualificazione del comparto via Fantaguzzi – via Albizzi.

Si stanno perfezionando, inoltre, le procedure per l’assegnazione dei lavori del Tecnopolo di Cesena, con la prospettiva di aprire il cantiere entro febbraio.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.