13 dicembre 2013 - Cesena, Agenda, Cultura, Eventi

“L’eccidio di Cesena. La più grande strage del medio Evo: una storia difficile da raccontare”

CESENA -  Lunedì 16 dicembre, alle ore 17,15, presso l’Aula Magna della Biblioteca Malatestiana di Cesena si terrà la presentazione del libro “L’eccidio di Cesena. La più grande strage del medio Evo: una storia difficile da raccontare”, stampato dalla Casa editrice Invictus.

L’autore del libro è Andrea Sirotti Gaudenzi, avvocato e docente universitario cesenate, noto per ave ottenuto alcuni significativi provvedimenti davanti alle Corti europee e per essere direttore di vari trattati giuridici.

A presentare l’incontro sarà il giornalista Cristiano Riciputi.

 

L’opera è dedicata alla pagina più buia della storia di Cesena, il “Sacco dei Brettoni” del 1377, durante la quale Cesena venne devastata dalle armate straniere del cardinal legato Roberto da Ginevra, che si trova nella città romagnola assieme ai suoi militari, nel corso del conflitto noto come “guerra degli otto santi”,  dichiarato dai fiorentini nei confronti del papa, ai tempi confinato ad Avignone.

 

Sirotti Gaudenzi ha analizzato vari testi medievali, che hanno messo in luce particolari agghiaccianti della vicenda, che rappresentò il momento culminante di quella guerra che coinvolse la maggior parte delle città italiane. A differenza di altri centri, infatti, Cesena non fu semplicemente saccheggiata, ma i soldati bretoni uccisero migliaia di persone, forse più di 5000. Inoltre, la città venne rasa al suolo quasi interamente.

 

L’autore, analizzando le fonti, ha ricostruito, anche grazie alle tavole di Antonio Dal Muto presenti nel libro, i tratti fondamentali della città nel secolo XIV.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.