4 novembre 2013 - Cesena, Cronaca, Società

Manifestazioni folkloristico-gastronomiche e camper, rimane aperto il problema dei parcheggi

CESENATICO – “Le manifestazioni folkloristico-gastronomiche che periodicamente vengono organizzate nella nostra città rappresentano uno dei pilastri dell'economia turistica di Cesenatico. Ciononostante ogni anno si ripresenta il consueto problema dell'assalto dei camper i quali invadono senza un preciso criterio ogni spazio libero rimasto nelle vie cittadine, causando disagi e lamentele da parte di molti residenti.

 

In tal senso occorre rilevare che l'immagine di improvvisazione e disorganizzazione procurata dalla sosta selvaggia dei camper e dal traffico caotico non rappresenta una cartolina particolarmente qualificante per una località che vanta una lunga esperienza in tema di organizzazione ed accoglienza turistica e che aspira addirittura ad elevare il target della propria offerta commerciale rivolgendosi verso una clientela esigente, raffinata e dotata di elevata capacità di spesa che forse non ama frequentare una città che si trasforma periodicamente in un campeggio diffuso su tutto il territorio urbano.

 

Rimane pertanto aperto il problema della disciplina dei parcheggi nel corso di questi affollati eventi turistici che, seppur importanti per il nostro tessuto imprenditoriale, non possono periodicamente implicare la deroga alle regole del codice della strada, norme che, fra l'altro, rimangono in vigore per i residenti tutto l'anno con tanto di multe rilasciate dai vigili urbani e dagli ausiliari del traffico.

 

Cogliamo pertanto l'occasione per rilanciare una nostra vecchia proposta ovvero quella di creare “parcheggi verdi”, dedicati principalmente ai camper, posti fuori dal tessuto cittadino e dotati di collegamenti tramite navette che trasportino con adeguata frequenza i turisti verso le aree della fiera e cofinanziate dal Comune, dalle organizzazioni private e da un eventuale piccolo contributo richiesto come biglietto ai turisti stessi i quali, fra l'altro, sarebbero incentivati a tornare nel proprio camper solo nel corso delle ore notturne con un evidente beneficio per l'economia cittadina.

 

Sarebbe inoltre opportuno individuare e stabilizzare nel tempo tali aree di sosta nelle zone rurali a rischio allagamento poste nell'immediata periferia della città, da un lato al fine di evitare la cementificazione di terreni ad elevato rischio idraulico e dall'altro con lo scopo di offrire risposte all'endemico problema dei parcheggi che affligge Cesenatico in particolare nel corso della stagione turistica, questione che potrebbe trovare soluzione anche dal contestuale utilizzo dello spiazzo dell'area ex-Nuit a tutt'oggi abbandonato a se stesso e dal futuro ancora nebuloso”.

 

Axel Famiglini

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.