23 settembre 2013 - Cesena, Cronaca, Società

Pista ciclabile di via Tevere, i lavori non sono finiti

Ancora una segnalazione della città che non funziona prontamente raccolta da Axel Famiglini (PLI)

CESENATICO - La realizzazione della pista ciclabile nel tratto di via Tevere e via Arno rappresenta indubbiamente un importante tassello urbanistico finalizzato al progressivo potenziamento della rete ciclo-pedonale posta al servizio del Comune di Cesenatico. Ciò che tuttavia lascia interdetti e ce lo testimonia “l’indignato speciale” Axel Famiglini, segretario del PLI, è che osservando le opere realizzate, manca il completamento dei  marciapiedi, oggi fatti di terra battuta e ghiaia.

 

“E' chiaro che tale scenario, posto di fronte alle abitazioni in piena zona residenziale, rischia di
inficiare la bontà di un intervento che appare, allo stato attuale, come  un'opera di riqualificazione incompleta se non lasciata a metà”, commenta Famiglini.

 

Oltre a  ciò la pista ciclabile realizzata, se da un lato rappresenta il tentativo di offrire risposte nei confronti di una pressante richiesta di miglioramento del decoro urbano e della sicurezza stradale,
dall'altro lascia letteralmente “a piedi” i pedoni i quali, in base alla segnaletica presente, non possono transitare lungo la nuova pista di via Tevere ma sono apparentemente costretti ad utilizzare i nuovi marciapiedi, “sfortunatamente caratterizzati da una pavimentazione disagevole e poco sicura per le persone appiedate”, osserva ancora il segretario dei Liberali.

 

In questi anni l'amministrazione comunale si è a lungo preoccupata, proponendo a volte soluzioni piuttosto discutibili, di segnalare in maniera puntuale i percorsi ciclo-pedonali lungo le strade e i viottoli della città e, in tal senso, “sarebbe veramente opportuno che un'operazione di chiarezza di
tale tenore venisse svolta non solo in via Tevere e in via Arno ma anche percorrendo tutta l'asta ciclabile che dall'intersezione con via Saltarelli giunge fino al Ponte del Gatto, tragitto lungo il quale spesso esistono ambiguità se non omissioni da parte della segnaletica presente rispetto gli spazi riservati a ciclisti e a pedoni – va avanti Famiglini – Sarebbe altresì importante che l'amministrazione comunale, dopo questo intervento lungo via Tevere e via Arno, non dimenticasse il quartiere  Santa Teresa ma proseguisse nell'urgente opera di riqualificazione degli  spazi pubblici e di ripristino della fognatura pluviale”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.