27 agosto 2013 - Cesena, Cronaca, Società

Ottanta mila euro in favore della Caritas

Il Comune di Cesena rinnova la convenzione con l'associazione

CESENA -Prosegue e si rafforza il rapporto di collaborazione fra Comune di Cesena e Caritas diocesana. Questa mattina la Giunta comunale ha approvato la nuova convenzione triennale con l’associazione Mater Caritatis, che della Caritas è il braccio operativo, e il contestuale aumento delle risorse a disposizione.

Secondo quanto già indicato nel Piano Distrettuale per il Benessere e la Salute appena varato, Mater Caritatis sarà chiamata a progettare e a gestire – insieme ad Asp Cesena Valle del Savio – l’ampliamento dell’attività del Centro di Accoglienza Notturno, destinato a restare in funzione per tutto l’anno (mentre finora ha svolto la sua attività solo nel periodo invernale).

Inoltre, il nuovo accordo prevede di consentire a Mater Caritatis – sulla base di un specifica convenzione, come già accade per altri enti - la possibilità di consultare la banca dati informatizzata dell’Anagrafe per l’eventuale trasmissione in fruizione dei dati anagrafici, in modo da accelerare alcune procedure a sostegno delle persone assistite.

Per il resto, l’accordo proseguirà sulla linea della continuità con le precedenti convenzioni, muovendosi per attivare azioni per meglio fronteggiare le emergenze sociali, ma anche per organizzare momenti di formazione degli operatori, condividere le informazioni per costruire una rete di accoglienza orientata alla promozione di cambiamenti, avviare azioni di sensibilizzazione che favoriscano lo sviluppo di atteggiamenti e pratiche solidali, fungere da punto di riferimento per l’elaborazione e l’aggiornamento continuo del Piano Distrettuale per il Benessere e la Salute.

 

Da un punto di vista operativo, in questi anni il rapporto di collaborazione fral’Associazione Mater Caritatis e i Servizi Sociali del Comune ha visto il consolidamento di alcuni  importanti servizi, come la gestione del Centro di Prima Accoglienza e Ascolto (che offre ascolto, accoglienza, accompagnamento sociale, un servizio docce e abiti) e della mensa per indigenti (con una media di 20 pasti giornalieri). C’è poi la gestione di 6 posti letto (per l’ospitalità notturna) all’Osservanza per adulti soli di sesso maschile, di 15 posti (aumentabili a 20 in presenza di bambini) per donne sole o con bambini nella casa “Emmanuel” a Martorano e di 10 posti per uomini nella casa di 2° accoglienza “S. Giuseppe”a Martorano.

Senza dimenticare gli altri interventi attuati da Mater Caritatis, come l’erogazione di fondi fiducia; il servizio dispensa (con la distribuzione di buoni spesa, pacchi alimenti, smistamento viveri per le Caritas Parrocchiali).

L’associazione, inoltre, attraverso propri operatori e volontari, collabora per l’implementazione dei progetti di sostegno elaborati congiuntamente e partecipa ai lavori del Tavolo Povertà e agli incontri per la programmazione del Piano Distrettuale per il Benessere e la Salute e redige relazione annuale in merito all’andamento dei servizi offerti.

Tutti impegni confermati anche nel nuovo accordo.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.