17 luglio 2013 - Cesena, Cronaca, Politica, Società

“La campagna nutre la città. Caporalato e raket la possono affamare”.

Intervento di Cinzia Pagni, capogruppo dell'Italia dei Valori di Cesena

CESENA - "Il contributo della campagna e della fascia rurale va oltre la produzione agricola e contribuisce a determinare un modello e una identità di territorio che si inserisce nel contesto ampio di Cesena e di Romagna.

 

Quando parliamo di agricoltura mai dobbiamo limitarci alla sola dimensione economica. L'agricoltura rappresenta un particolare comparto produttivo dove un'impresa agricola modella e costruisce il proprio territorio a seconda di come decide di investire e coltivare ma anche di come intende lavorare e quali valori rispettare .

 

Alla sola produzione alimentare quale evidente caposaldo, si aggiungono una serie di servizi ambientali, ricreativi (agriturismo) o dedicati all'istruzione (fattorie didattiche), attività che richiedono di sviluppare varie capacità oltre quelle meramente imprenditoriali, come proporsi, comunicare, innovare e non per ultimo come importanza educare e quindi proporsi come esempio e modello positivo per il benessere collettivo anche nelle relazioni e nella reciprocità.

 

Intendo l'agricoltura, a maggior ragione dove questa si trovi in un territorio a grande e storica vocazione come il nostro, come la rappresentazione di un unicum che si declina in economia ma anche  in ambiente, rispetto, ruralità, cultura, tradizione, comunità e legalità.

 

Quale preoccupante messaggio ci trasmette, allora, la constatazione che nelle nostre campagne si è insediato il caporalato e il raket? Se la campagna da sempre nutre la città, caporalato e raket la potranno affamare?

Ci appartengono termini quali schiavitù, sfruttamento, ricatto e segregazione?

 

Quale dimensione vogliamo riconoscere all'individuo in termini di diritto all'uguaglianza, certo, ma fondamentalmente leggendo certi  dati agghiaccianti mi chiedo se l'individuo sia ancora riconosciuto e rispettato all'interno di un più ampio quadro di comunità o risulta relegato e abbandonato alla sola dimensione  individuale ed economica?

 

Desta pertanto notevole importanza politica oltre che sindacale l'incontro "Sgomberiamo il campo" organizzato dalla Cgil che vuol far luce su tali allarmanti pratiche di illegalità, inquietanti esempi in grado di contaminare negativamente, oltre ambiti già toccati dal problema come  agricoltura, turismo ed edilizia, un'ampia fascia di comunità per ora immune proprio perchè ancora saldamente coesa in comunità!”

 

Cinzia Pagni

Capogruppo IdV - Consiglio comunale di Cesena

 

  

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.