19 aprile 2013 - Cesena, Cronaca, Politica, Società

Le multe di Icarus vadano al microcredito per l'imprenditoria giovanile

Il MoVimento 5 Stelle a tutto campo su ztl, negozi, aree pedonali e manutenzioni stradali

CESENA - Dopo i cartelli multati e la conseguente presa di posizione, il MoVimento 5 stelle punta nuovamente il dito contro l’amministrazione di Cesena rivolgendo le loro critiche al nuovo sistema di controllo degli accessi, Icarus, sistema di telecamere disposte in corrispondenza degli accessi al Centro Storico di Cesena, installato e da poco entrato in funzione. Per il MoVimento 5 Stelle questa notizia dovrebbe essere motivo di gioia, come un risultato raggiunto, “perché l'ambiente e l'inquinamento, sono punti fondamentali del nostro programma, una delle nostre famose stelle”, spiega Natascia Guiduzzi, portavoce e consigliere comunale dei pentastellati di Cesena. Come si suol dire, “non è tutto oro quello che luccica” e questo vecchio proverbio si adatta perfettamente alla vicenda. Per il MoVimento 5 Stelle Cesena, il Centro Storico è il cuore della Città e questo sistema di accesso controllato dalle telecamere potrebbe dare all'economia delle attività dentro le mura, già duramente provate in questi anni, il colpo di grazia. “Questo non significa che ci debba essere libero accesso alla  ztl – dichiara Guiduzzi - le regole ci sono e i cittadini devono rispettarle, ma cosa ne sarà dei clienti del centro storico dopo che avranno pagato le multe di Icarus? L’attenzione ossessiva alle maggiori entrate ottenute grazie alle multe, mal si concilia con le reali necessità economiche e sociali del Centro Città”.
I 5 stelle di Cesena sono solidali con Confesercenti e ne condividono le preoccupazioni, “Icarus non può e non deve tradursi in un ostacolo ulteriore per chi arriva in città e si avvicina al Centro Storico con il rischio di una multa (84.00 euro la contravvenzione) a causa di una mancata informazione tramite segnaletica preventiva sul posizionamento effettivo delle telecamere” continua Natascia Guiduzzi, che una volta analizzata la situazione sposta la sua attenzione sul primo cittadino di Cesena, Paolo Lucchi e sulla giunta: “L'azione della Giunta Lucchi – spiega la portavoce degli attivisti -  sui veri problemi del Centro Storico della nostra bella città ci lascia davvero perplessi e fa pensare che si proceda a tentoni senza una visione complessiva e lungimirante di quello che può diventare il centro storico di Cesena, un piccolo gioiello apprezzato da chi ci vive o viene a visitarlo”.

I benifici di un cordone di sicurezza intorno al centro storico, per il MoVimento non sono stati accompagnati da una razionalizzazione dei percorsi pedonali e questo lascia plausibilmente spazio ad interpretazioni ambigue sull’efficacia di questo strumento. Potrebbe essere un modo per fare cassa? Può darsi, anche se l’amministrazione comunale mette al bando questa ipotesi tanto che i proventi delle multe sono oggetto di forte dibattito politico. Per i pentastellati la scelta migliore sarebbe quella di impiegare i fondi per abbassare i costi dei parcheggi ed incentivare, attraverso il microcredito, l’imprenditoria giovanile in quei negozi le cui vetrine si spengono sempre più di frequente. Per gli attivisti dei 5 stelle sarebbe altrettanto importante investire nella manutenzione stradale e a tal proposito ricordano in che condizioni versa via Cesare Battisti.

“Ora ci aspettiamo più trasparenza e competenza gestionale – conclude Guiduzzi -  e maggiori occasioni di partecipazione democratica alle scelte che ci riguardano in ambito comunale, come ha sempre promesso e mai messo in campo”.

 

Enrico Samorì

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.