16 aprile 2013 - Cesena, Cronaca, Politica

Cartelli "abusivi" multe al comune, c'è chi è favorevole e chi no

Landi (PD), "sembra che alcuni vigili non capiscano quanto il patto di stabilità stia strozzando le città"

CESENA - «Il patto di stabilità mette in ginocchio la città e tuttavia sembra che alcuni vigili urbani, che pure fanno parte dell’amministrazione, non se ne siano resi conto».

Risponde così Fabrizio Landi, capogruppo PD in Consiglio Comunale, alle multe erogate al Comune di Cesena per aver affisso i cartelli di protesta contro il patto di stabilità sulle rotonde di Bulgarnò e Ponte Cucco.

«Sindaco, Giunta e Consiglio Comunale hanno da sempre contestato quel patto scellerato, e compiuto atti concreti per chiedere allo Stato di allentarlo. La stretta sui fondi disponibili non permette infatti all’amministrazione di rispondere come vorrebbe e potrebbe alle necessità della città. L’iniziativa di Lucchi e Bulbi è nata proprio per sensibilizzare la cittadinanza al problema, e far comprendere come non sia il Comune a non voler realizzare alcune opere o adempiere in tempi brevi alle proprie scadenze di pagamento, ma come questa assurda normativa impedisca il buon funzionamento dei comuni virtuosi».

«A fronte delle difficoltà delle forze dell’ordine sempre più falcidiate da tagli e carenze di mezzi e uomini  - sostiene Landi alquanto perplesso per l’accaduto – forse sarebbe più opportuno orientare le proprie energie verso le esigenze reali dei cittadini».

Nel caso in cui queste sanzioni vengano confermate, ciascun consigliere del gruppo PD si affiancherà al Sindaco e Giunta contribuendo a pagare di tasca propria la contravvenzione, come ulteriore e simbolico gesto contro il patto di stabilità.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.