18 marzo 2013 - Cesena, Economia & Lavoro, Società

Un altro passo in avanti contro l'eccessiva burocrazia

Un beneficio per tutte le imprese del territorio

CESENA -  Un altro passo si compie verso la semplificazione amministrativa, tanto auspicata dalle piccole imprese. La giunta di Cesena, infatti, proprio in questi giorni ha approvato lo schema di protocollo d’intesa da siglare con il dipartimento di Sanità Pubblica dell’Ausl per le valutazioni preliminari di Scia e Dia.

L’aspetto importante di questo percorso è dovuto al fatto che l’accordo con l’Ausl potrà essere sottoscritto anche dagli altri comuni del comprensorio cesenate, realizzando di fatto una semplificazione procedurale di cui potranno beneficiare tutte le imprese del territorio.

“È il passo giusto nella direzione giusta – commenta Roberto Sanulli, Responsabile CNA Cesena Valle del Savio - Constatiamo con piacere che si continua a lavorare per semplificare le procedure; una risposta alle tante nostre sollecitazioni, che il sistema imprenditoriale chiede da tempo e che ha ribadito con forza, ponendola fra le richieste prioritarie avanzate alle forze politiche nella giornata di mobilitazione dello scorso 28 gennaio”.

“Purtroppo – continua Sanulli - corriamo il rischio che gli sforzi che si stanno compiendo sul territorio non siano adeguatamente supportati dalle modalità di legiferazione nazionale e regionale. Di qui l’invito ai parlamentari neoeletti  affinché si impegnino a snellire e semplificare un quadro normativo inadatto ad un Paese che ha bisogno di ritornare a crescere”.

A livello locale, CNA pone un ulteriore obiettivo all’attenzione degli amministratori: avviare un confronto per favorire una radicale revisione e riduzione dei regolamenti comunali, coordinato e condiviso con i comuni limitrofi, che permetta alle imprese e ai cittadini di orientarsi con certezza e comprimendo i tempi di risposta. “Abbiamo già registrato la condivisione di alcuni sindaci, ai quali chiediamo di farsi interpreti di tutte le opportunità che possono offrire le recenti scelte indotte dalla legge regionale 21/2012, in materia di nuove unioni dei comuni – conclude il responsabile CN Valle del Savio - Affrontare e fornire soluzioni a queste problematiche può contribuire a ridare competitività al territorio”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.