1 marzo 2013 - Cesena, Cronaca, Società

“Rotonda incompiuta causa patto di stabilità”

Azione di protesta del Sindaco Lucchi e del Presidente Bulbi

CESENA - “Rotonda incompiuta causa Patto di Stabilità”: questo il testo del cartello che sabato 2 marzo sarà piantato in segno di protesta dal Sindaco di Cesena Paolo Lucchi e dal Presidente della Provincia di Forlì-Cesena Massimo Bulbi nel cantiere di due rotonde: una è quella all’incrocio fra la via Capannaguzzo e la strada provinciale 123, tra Macerone e Bulgarnò; l’altra è quella all’incrocio fra la strada provinciale 70 e le vie Montaletto e San Giorgio, nei pressi di Ponte Cucco. In entrambi i casi le opere, finanziate dalla Provincia su indicazione del Comune, erano già state  avviate alcuni mesi fa, ma poi si è dovuto interrompere i lavori per evitare di sforare il tetto di spesa per gli investimenti imposto agli enti locali dal Patto di Stabilità.

“ Il paradosso è che per queste due opere – come per molte altre pronte a partire – le risorse sono già disponibili, ma non possono essere utilizzate proprio a causa dei limiti stabiliti dal Patto di Stabilità, reso ancor più severo dalla disposizione entrata in vigore il 1 gennaio che obbliga le Amministrazioni pubbliche a pagare entro 30-60 giorni dal ricevimento delle fatture”, spiega il sindaco di Cesena Paolo Lucchi. Per spiegare esattamente i motivi della protesta e raccontare cosa si cela dietro alla questione del Patto di Stabilità il presidente della Provincia, Massimo Bulbi e il primo cittadino Cesenate, presidieranno la rotonda in questione e proprio in quel luogo hanno indetto una conferenza stampa. L’appuntamento è per domani, sabato 2 marzo.

Il primo cartello sarà collocato nella rotonda fra Bulgarnò e Macerone alle ore 10.30, dopo di che ci si sposterà alla rotonda di Ponte Cucco verso le ore 11.30. Accanto al Sindaco Lucchi e al Presidente Bulbi ci saranno il Vicesindaco Carlo Battistini, l’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Cesena Maura Miserocchi e il suo collega in Provincia Marino Montesi. Nell’occasione saranno illustrati i cantieri che rischiano di fermarsi nel territorio cesenate e gli appalti e i progetti previsti per il 2013 che, allo stato attuale delle cose, non possono partire.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.