17 dicembre 2012 - Cesena, Cronaca, Politica, Società

Abbattimento del ristorante sul Tevere, vicenda kafkiana

Stefano Angeli critica l'accusa di abuso edilizio per la struttura che esiste da oltre 50 anni

VERGHERETO - La richiesta di abbattimento del ristorante sul Tevere, a  Monte fumaiolo fa sbottare non solo il proprietario, ma anche il segretario regionale del PLI che definisce la vicenda kafkiana,

“La vicenda che vede la Regione Emilia Romagna ordinare l’abbattimento del famoso Ristorante sul Tevere al Monte Fumaiolo, nel comune di Verghereto, ed al quale si oppone con forza il proprietario Samuele Ceredi, ci pare una vicenda kafkiana che dimostra ancora una volta l’ottusità della pubblica amministrazione nei confronti dei cittadini”, conferma Stefano Angeli, che si dice inoltre meravigliato delle dichiarazioni del primo cittadino di Verghereto che ha definito la struttura un abuso edilizio. Per Angeli, invece, si tratta di un edificio storico, “che esiste da oltre 50 anni e che io stesso ricordo fin da bambino come una caratteristica del Fumaiolo, addirittura una vera e propria attrazione turistica”.

Le motivazioni per l’abbattimento all’esponente del PLI appaiono deboli e basate su ipotesi di rischio di esondazione poco credibili.  

“Come mai nei passati 50 anni non è mai avvenuta alcuna esondazione?”, si chiede il segretario regionale dei Liberali,  “Difficile pensare che sia a rischio esondazione un torrentello che si chiamerà pure Tevere, ma che sorge a poco più di 200 metri di distanza da un foro nella montagna di pochi centimetri quadrati”.

 

Angeli spiega inoltre che anche le carte della regione sul rischio esondazioni dovrebbero essere prese con un certo senso critico, “dato che non rappresentano la Bibbia e che possono non essere sempre precisissime – precisa il segretario che continua -  C’è da considerare poi l’obiettivo danno grave all’attività produttiva di un privato cittadino i cui diritti rischiano di essere calpestati da una macchina burocratica che procede alla cieca e senza quell’uso di buon senso che a volte sarebbe invece alquanto necessario. In particolare oggi che le attività economiche e turistiche sono sempre più in difficoltà per la crisi ci pare che non sia il caso che la burocrazia dia loro il colpo di grazia”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.