13 dicembre 2012 - Cesena, Cronaca, Società

A Cesena si diventa donatori di organi all’Anagrafe

Chi rinnova la carta d’identità può esprimere il suo consenso alla donazione

CESENA - Il Comune di Cesena si mette in prima linea per promuovere la donazione degli organi. Dalla prossima settimana chi si reca all’Anagrafe per richiedere o rinnovare la carta d’identità  potrà contestualmente segnalare il suo consenso a donare gli organi; la sua adesione non sarà riportata sulla carta (perché questo aspetto è di esclusiva competenza statale, sulla quale il Legislatore ancora non si è espresso), ma sarà trasmessa in tempo reale al Sistema Informativo Trapianti del Ministero della Salute e al cittadino sarà rilasciato un documento che attesta la volontà espressa.

Cesena è il primo Comune in Emilia – Romagna e uno dei primi in Italia, dopo Perugia e Terni, che avvia questa sperimentazione, mettendo in pratica quanto previsto fin dal 2010, quando fu accolto nel decreto Milleproroghe un emendamento in tal senso proposto dalla senatrice cesenate Laura Bianconi.

“La donazione degli organi – sottolinea il Sindaco Paolo Lucchi - è un gesto di grandissima generosità, che davvero può ridare speranza a tanti malati in attesa di trapianto. Offrire la possibilità di segnalare il proprio assenso con semplicità, allo sportello dell’Anagrafe, è un modo facile e concreto per avvicinare un gran numero di cittadini a queste tematiche: basti pensare che ogni anno a Cesena vengono rilasciate circa 13mila carte d’identità cartacee e 2000 elettroniche. E sono convinto che questo servirà a stimolare la loro adesione: chissà quanti, pur essendo favorevoli, non hanno mai fatto nulla per esplicitare questo orientamento, perché non conoscevano le procedure da seguire… Sono particolarmente lieto, dunque, che anche Cesena possa avviare questa esperienza che, a quel che mi risulta, in Umbria ha portato a una fortissima crescita del numero dei consensi”.

Soddisfatta anche la senatrice Bianconi, che nel maggio scorso si era adoperata, inviando formale richiesta al Ministro Cancellieri proprio perché anche il Comune di Cesena potesse fornire questo servizio aggiuntivo ai propri cittadini.  “Si tratta di un piccolo gesto – dichiara– che ha però un grande significato in termini di civiltà. Nel nostro Paese sono infatti circa 8 mila le persone in lista di attesa per un trapianto, per molte di loro, grazie anche alla sempre maggiore raffinatezza delle tecniche chirurgiche, il trapianto può significare non solo la salvezza ma anche il ritorno ad una vita vissuta senza le limitazioni a cui li costringe la malattia. Per questo – conclude Bianconi – è importante attivare tutti gli strumenti possibili per incrementare la cultura della donazione d’organi”.

La procedura è molto semplice: chi deve fare un documento di identità verrà avvertito dagli addetti  punto di accoglienza dell’Anagrafe della possibilità di dichiararsi donatore e riceverà un pieghevole informativo. Al momento del rilascio della carta, il funzionario dell’Anagrafe chiederà se si desidera dare il proprio consenso e, in caso affermativo, provvederà a inviare telematicamente i dati al Sistema Informativo Trapianti del Ministero della Salute, e consegnerà al cittadino un documento che attesta la volontà espressa.

Per prepararsi a questa mansione e avvicinarsi alle tematiche della donazione, gli operatori dello sportello parteciperanno a un incontro di formazione con Massimo Zanuccoli della sezione Aido di Cesena, che appoggia questa iniziativa insieme a tutte le altre associazioni locali che si occupano di donazioni.

Inoltre, l’iniziativa sarà illustrata in occasione del Concerto di Natale promosso dall’Associazione Romagnola Ricerca Tumori (Arrt) con CesenArmonica, in programma per venerdì 14 dicembre, alle ore 21 nella chiesa dei Servi. Per parlarne interverranno l’assessore Elena Baredi e il dirigente dei Servizi Demografici del Comune Alessandro Francioni.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.