13 novembre 2012 - Cesena, Cronaca, Politica, Società

Sosta gratis al sabato, Bartolini (Pdl) commenta il no di Cesena

“Lucchi e Balzani non sanno più mettersi d'accordo nemmeno su un parcheggio”

CESENA - A volte le cose più semplici sono quelle più efficaci. Per il rilancio dei centri storici, per esempio, si studiano piani di marketing, iniziative impegnative, quando poi l'esigenza della gente, magari, è semplicemente quella di parcheggiare con comodo, gratis e raggiungere i negozi che ci sono almeno durante le feste natalizie.

“Ecco che l'introduzione della sosta gratuita al sabato per favorire l'accesso ai centro storici delle nostre città è una scelta azzeccata, d'altronde in provincia è stata adottata per prima in quei comuni amministrati dal centrodestra, come a suo tempo Castrocaro – commenta il consigliere regionale del PdL Luca Bartolini -  Questa proposta, però, quest'anno è stata presa in considerazione dal sindaco Balzani per Forlì, ma a Cesena, nonostante le associazioni di categoria abbiano portato all'attenzione dell'amministrazione questa apprezzata esperienza, come ha fatto il presidente di Confcommercio Corrado Augusto Patrignani, il sindaco Paolo Lucchi si rifiuta di metterla in atto”.

“Se la sosta gratis al sabato è stata apprezzata da noi di centrodestra, che siamo all'opposizione, perché non dovrebbe essere tenuta in considerazione anche da chi governa con la stessa maggioranza di sinistra?”, prosegue Bartolini che punta il dito contro l’amministrazione cesenate: “Ecco, da questo semplice tema, come può essere la sosta, si nota bene come le buone prassi non vengano mutuate tra amministrazioni locali dello stesso colore politico. Perché se la paternità di una buona idea è di un sindaco “concorrente” all'interno dello stesso partito, allora non si può adottare perché altrimenti si fa troppa pubblicità a quel sindaco”.

L’esponente del Popolo della Libertà ritiene che lo scambio di idee e soluzioni tra Cesena e Forlì sia pressoché inesistente.

“Se tutto questo esiste tra due città che dovrebbero essere co-capoluogo, figuriamoci come sarà la situazione domani, con la Provincia Unica di Romagna: un carrozzone senza poteri dove i sindaci faranno di tutto per diventare i politici più in vista del sistema”, commenta ancora Bartolini che critica il fatto che Forlì e Cesena non abbiano saputo tenere posizioni unitarie sui grandi temi dello sviluppo locale e al riguardo porta gli esempi dell'aeroporto della sanità, delle infrastrutture della burocrazia, delle fiere e della cultura.  La colpa per Bartolini non è solo delle amministrazioni comunali ma anche della Provincia.

“La responsabilità è stata anche della Provincia – conferma l’esponente del PdL - l'ente intermedio che avrebbe dovuto armonizzare le scelte territoriali, di quella Provincia che oggi si propone di lavorare gratis: se i risultati sono quelli che vediamo, con i due Comuni più importanti che non sanno nemmeno concertare una scelta analoga sulla sosta e che da un pezzo hanno smesso di dialogare, non oso pensare la fine che faremo pensando agli scenari futuri con la Provincia unica della Romagna”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.