24 ottobre 2012 - Cesena, Cronaca, Società

Denunciato per aver abbattuto avifauna protetta

Cacciatore sorpreso con 17 uccelli tutelati dalla legge

BAGNO DI ROMAGNA (CESENA) - Proseguono i controlli del personale del Corpo Forestale dello Stato nel settore dell’attività venatoria, dove nelle prime settimane dall’apertura della caccia non sono emerse particolari irregolarità; infatti sono state sinora elevate prevalentemente sanzioni amministrative per infrazioni di lieve entità.

Ciò che merita invece di essere segnalato, è l’episodio verificatosi alcuni giorni fa nella zona di Bagno di Romagna dove il personale del Comando della Forestale ha denunciato un cacciatore responsabile dell’abbattimento di uccelli protetti.

A destare il sospetto del personale del Corpo Forestale dello Stato, in servizio di pattugliamento e controllo del territorio, sono stati i numerosi colpi di fucile esplosi in una zona di crinale nel corso di una giornata dove non vi era un’evidente presenza di specie cacciabili.

Avvicinatisi alla zona degli spari e sottoposto a controllo il cacciatore, agli occhi dei Forestali è emerso che l’uomo aveva abbattuto 17 uccelli tutti appartenenti a specie protette: 9 fringuelli, 5 pispole, 1 canapino, 1 cincia e 1 tordela, tutte specie classificate non cacciabili e protette dalla legge.

Il personale del Corpo Forestale dello Stato è rimasto ancor più stupito dal fatto che tra gli esemplari abbattuti, non ce ne fosse uno cacciabile.

Gli uomini del Corpo Forestale hanno denuncianto la persona a piede libero e posto sotto sequestro il fucile, le munizioni e l’avifauna illegalmente abbattuta. Secondo quanto previsto dalla legge, l’uomo potrebbe pagare un’ammenda fino 1.549 euro.

Il fatto è considerato particolarmente grave per il danno arrecato all’ambiente, avendo abbattuto specie protette, e per il totale spregio della legalità dimostrato dal cacciatore “in quanto l’attività venatoria è stata condotta ripetutamente e solo nei confronti di specie non cacciabili”, spiegano dal Corpo Forestale dello Stato che poi commentano. “E’ da evidenziare come il comportamento tenuto dal denunciato vada a ledere l’immagine di quei cacciatori, i quali sono la stragrande maggioranza, che svolgono l’attività venatoria nel rispetto delle regole etiche e delle norme di legge che disciplinano i tempi e le modalità dell’attività venatoria nonché individuano le specie cacciabili”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.