22 ottobre 2012 - Cesena, Cronaca, Società

Cambiare Cesena in 5 mosse, chiedendolo ai cittadini

Cinque referendum cittadini presentati dal Comitato Civico Referendario "Cesena Bene Comune"

CESENA - Presentato questa mattina alla stampa il Comitato Civico Referendario “Cesena Bene Comune”, il cui primo scopo è quello di raggiungere il consenso necessario alla presentazione di 5 quesiti referendari consultivi su alcune tematiche urbanistiche, sociali, culturali e ambientali.

Ad illustrare il progetto, Davide Fabbri, Piero Guiducci, Eligio Gazzoni, e Davide Fagioli.

Lo scopo principale del comitato, come detto, è quello di coinvolgere la cittadinanza nel processo decisionale, come sostiene lo stesso Davide Fabbri: “Come ha dimostrato l'ultima ondata referendaria nazionale, la cittadinanza è certamente pronta e attenta a riappropriarsi di strumenti di democrazia partecipativa e a ricondurre la politica alla reale rappresentanza degli interessi comuni - L'indizione di Referendum Consultivi locali sulle politiche urbanistiche, ambientali, sociali e culturali è motivo di riconoscimento dell'importanza della democrazia partecipativa per incrementare la qualità democratica delle scelte operate dagli organi rappresentativi”.

 

I referendum locali sono stati pensati per dare una ventata di energia positiva alla città, per allargare gli spazi della democrazia, per risollevare le coscienze e mobilitare cittadini non rassegnati, appassionati, indignati, attivi.

Veniamo allora alle singole proposte presentate dal Comitato Civico:

Referendum Consultivo n. 1

 

Richiesta di Referendum Consultivo mira a  ridurre il consumo di territorio, allo scopo di tutelare i terreni agricoli ad uso agricolo-alimentare, per raddoppiare il verde pubblico, per realizzare E.R.P. e alloggi sociali su aree pubbliche per gli sfrattati e le famiglie in liste d'attesa per una casa popolare; per il recupero dei beni culturali del territorio.

 

Con questa proposta si punta alrilancio dell'Edilizia Residenziale Pubblica (ERP) per assegnare almeno 50 alloggi l’anno, alla destinazione del 50% degli alloggi del Quartiere “Novello” a prezzi calmierati dal Comune, sia per la vendita che per l'affitto.

Parallelamente si invita l’amministrazione a censire il patrimonio edilizio presente all'interno dei confini del Comune, evidenziando numeri e superfici degli immobili sfitti, vuoti, inutilizzati per poi stanziare incentivi volti al recupero di questi stabili attraverso la “Società per l’Affitto”. Altro aspetto è quello che riguarda i parchi: si chiede infatti il raddoppio del numero di alberi, l’estensione delle aree verdi, la creazione di cinture, con la costituzione di una rete di parchi di livello regionale. Infine questo referendum chiede il recupero e mantenimento del patrimonio pubblico di elevato valore storico-architettonico-culturale come le Mura Malatestiane, il Villaggio Minerario di Formignano la “Portaccia” ecc.

 

Referendum Consultivo n. 2

 

Richiesta di Referendum Consultivo per ridurre traffico e smog attraverso il potenziamento dei mezzi pubblici, la pedonalizzazione del centro storico, e la revoca del progetto del nuovo parcheggio previsto su viale Carducci.

In questo caso il Comitato propone di realizzare un piano di interventi per potenziare il trasporto pubblico e per incentivare la mobilità sostenibile, attraverso l’estensione dell’area pedonale del centro storico, la limitazione del traffico in tutta la città e lo sviluppo di una fitta rete di piste ciclabili. Tra le proposte anche

l'approntamento di una rete di Linee ad Alta Mobilità tra le zone di primario interesse cittadino e i parcheggi esistenti, dotando questi ultimi di servizi. Per rendere più efficace il trasporto, si chiede l’individuazione di corsie preferenziali e la organizzazione di piani di spostamento “Casa scuola” e “Casa lavoro”. Ultimo, ma non meno importante, si chiede ai cittadini di esprimersi sulla possibilità di revoca del parcheggio previsto in “progetto di finanza” in viale Carducci

 

Referendum Consultivo n. 3

 

Richiesta di Referendum Consultivo per conservare il tratto di fiume Savio fra il Ponte Vecchio e il Ponte Risorgimento, ed evitare la privatizzazione di un bene comune prevista nel progetto comunale di “Savio Beach”.

Con questo punto si chiede l’opinione dei cittadini in merito alla vicenda di Savio Beach, se siano o meno favorevoli alla privatizzazione e alla concessione dell’area.

Referendum Consultivo n. 4

 

Richiesta di Referendum Consultivo per difendere l'acqua pubblica, per bonificare il territorio dall'amianto e chiedere al Comune la fuoriuscita da Hera spa.

Il referendum consultivo n°4 mira a valutare l’opinione dei cesenati su una possibile uscita dalla multiutility, per difendere l'acqua pubblica, per la bonifica graduale di tutto l'amianto presente nel territorio”.

Con questa richiesta si vuole chiedere all’amministrazione di rendere nuovamente pubblico il servizio idrico, la bonifica di oltre 40 km di condotte e di circa 5.400 siti comunali in cui pare accertata la presenza di amianto. Sulla scia del risultato referendario sull’acqua, la consultazione cittadina mira a rendere trasparente la comunicazione sui dati relativi alla qualità delle acque, ma anche a ridurre il consumo medio giornaliero di risorse idriche attraverso l'impiego di tariffe progressive volte a ridurre gli sprechi.

 

Referendum Consultivo n. 5

Ultimo ma non in ordine di importanza, la richiesta per mettere in atto sul territorio cesenate una strategia“Rifiuti Zero”.

Richiede ai cittadini se desiderano che il Comune adotti tutti gli atti e i provvedimenti necessari ad attuare la riduzione della produzione di rifiuti del 25%, l’estensione su tutto il territorio comunale del modello di raccolta differenziata domiciliare “porta a porta”, la realizzazione di due nuove stazioni ecologiche attrezzate con centri dedicati al riciclo e alla riparazione dei materiali, da far gestire ad associazioni e/o cooperative sociali e infine l’introduzione di un sistema tariffario fondato sulla quantità di rifiuti indifferenziati prodotti da ogni singolo utente

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.