9 ottobre 2012 - Cesena, Agenda, Cultura, Eventi

Arriva a Cesena il “Romagna Express 2019”

Il treno a sostegno della candidatura di Ravenna capitale europea della cultura

CESENA - Mercoledì 10 ottobre fa tappa a Cesena il Romagna Express 2019, il treno che percorre i capoluoghi romagnoli proponendo appuntamenti culturali di vario tipo per sostenere la candidatura di Ravenna a “Capitale Europea della Cultura”.

Ad arricchire il programma di Romagna Express 2019 contribuiranno anche  sia la rassegna “Superficie”, che dedicherà il suo ultimo appuntamento proprio alla candidatura di Ravenna e avrà fra i suoi ospiti Wu Ming 2,  e il festival teatrale “Màntica”.

In ogni tappa, mostre, performance, concerti e incontri di Romagna Express 2019 sono in linea con le diverse vocazioni delle singole città.

Cesena ha scelto come temi due tratti distintivi della propria cultura, ovvero la scrittura e “l’agri-cultura”. All’interno del treno, il cui arrivo è previsto per le ore 10,30, sarà allestita una mostra accompagnata da un centinaio di ragazzi delle scuole di Forlì. Le iniziative prenderanno il via con lo spettacolo di narrazione del “poeta parlante” Roberto Mercadini, che si terrà nell’area ex Arrigoni. Ed è proprio questo luogo ricco di significati storici, questa importante fabbrica di Cesena da cui partivano i treni della frutta e i trasformati diretti a tutta Europa, con i suoi personaggi e le sue e le sue storie, che sarà al centro delle narrazione del poeta cesenate.

Dopo lo spettacolo ci si sposterà verso il centro per una passeggiata, durante la quale si potrà fare tappa alla mostra “Esercizi di R-esistenza”, allestita nella Galleria del Palazzo de Ridotto, e alla mostra “Alea Iacta Est, Segni del passaggio di Giulio Cesare a Cesena”, allestita all’interno della Biblioteca Malatestiana. Il programma prosegue nel pomeriggio, quando dalle ore 16, si potrà entrare nel Teatro Bonci per una visita guidata con letture durante le prove tenute dall’orchestra barocca del conservatorio “Bruno Maderna” diretto da Luca Giardini, e dal coro del Conservatorio diretto da Paola Urbinati. Lo spettacolo in cantiere è “Dido and Aeneas”, opera del compositore inglese Henry Purcell.

 

Wu Ming 2 e l’arte della stampa e della scrittura a “Superficie”

A partire dalle ore 18, invece, si aprono le porte della Rocca Malatestiana per l’ultimo appuntamento con “Superficie” che, in occasione della tappa cesenate del Romagna Express 2019, metterà in campo, a fianco alle altre attività in cartellone, anche l’intervento di ospiti speciali: l’Opificio della Rosa di Montefiore Conca con una mostra e un laboratorio aperto su “L’arte della stampa”, Vaca Edizione con gli inconsueti ““Libri di artisti: libri mai mai visti" (anche in questo caso mostra e laboratorio), la Confraternita della Fenice con una dimostrazione e laboratorio di scrittura gotica medievale e rinascimentale, l’Ammi di Villa Silvia con una mostra e un laboratorio dedicati a “Organetti e scrittura meccanica”.

Ad aprire la serata, alle ore 18, il dj set di Frequenze Indipendenti, che farà ballare i partecipanti prima e dopo i vari spettacoli. Pezzo forte della serata sarà il  reading-concerto “Razza Partigiana”  con Wu Ming 2 accompagnato da Stefano Pilia e Egle Sommacal dei Massimo Volume

Wu Ming 2 è uno dei quattro componenti di  Wu Ming, collettivo di scrittori provenienti dalla sezione bolognese del Luther Blissett Project, divenuto celebre con il romanzo “Q”. “Razza partigiana” (la cui idea è nata da un suggerimento di Mario Fiorentini)  è composto da 13 testi, 13 musiche originali, 13 ballate elettriche dove la lettura prende il posto del canto, per raccontare, in poco più di un’ora, la storia di Giorgio Marincola, nato vicino a Mogadiscio nel 1923, da padre italiano e madre somala, partigiano nel viterbese. Paracadutato dai servizi alleati nella zona di Biella, catturato dai tedeschi, internato nel Lager di Bolzano e morto a guerra ormai finita, in Val di Fiemme, nell’ultima strage nazista sul territorio italiano.

Al termine Marcello Lorrai, presidente di Radio Popolare, nonché uno dei maggiori critici italiani di jazz, presenterà il suo libro “Black Music”, edito da Shake edizioni. Il volume tratta di Amiri Baraka, uno dei massimi poeti e fra i più grandi intellettuali afroamericani dell’intero Novecento, figura chiave per ogni ragionamento critico sulla musica e le sue risonanze sociali.

Non mancherà il laboratorio di degustazione tenuto dal Consorzio Vini e Olio di Cesena, dedicato al  “Sangue romagnolo”, cioè  il Sangiovese, padre di tutti i più importanti vini,  conosciuto e misconosciuto. Alle 19, tutti a tavola a gustare la cucina di Rurie, che propone un menu ricchissimo con riso saltato al profumo di curry, pakora-frittelle di ceci, bocconcini di pollo allo zenzero, panino sopraffino al salame zeffirino, panino Bomba piccante con cotto, fontina e karashi. Prezzi super pop: dalle 3 alle 8 euro.

Durante la serata sarà possibile effettuare visite guidate alla scoperta degli angoli più suggestivi della Rocca Malatestiana fino a tarda notte. Invece, l’associazione Mica Poco e Atman Yoga organizzeranno degli spazi dedicati al benessere e rimarrà anche aperto un angolo libreria curato da Interno 4 libreria e Libreria Carta Marea, dedicato a adulti e bambini. Il divertimento è garantito anche per i più piccoli, con il laboratorio di disegno “sonoro” con mimi e concerto finale Roccagramma, e il laboratorio MandalaDire con giochi di pensiero associativo e concentrico, rappresentazioni grafiche con creazione di mandala e altri elementi grafici. Entrambe i laboratori sono curati dall’associazione Viaterrea.

In caso di pioggia “Superficie” si trasferirà a Villa Silvia, con gli stessi orari lo stesso programma il dj set, i laboratori di degustazione e la cena. Non si terrà, invece, l'attività rivolta ai bambini.

L’ingresso è a offerta libera.

 

 “Poco lontano da qui” a Màntica

In occasione dell’arrivo del Romagna Express 2019, la rassegna teatrale Màntica propone “Poco lontano da qui”, di e con Chiara Guidi ed Ermanna Montanari. L’appuntamento è per le ore 21, all’interno del Teatro Comandini. Lo spettacolo, nato da una collaborazione tra il Teatro delle Albe di RAvenna e la Socìetas Raffaello Sanzio di Cesena, è frutto di un fertile dialogo tra le due attrici durante il quale sono emersi concetti che, ispirati anche dalle lettere dalla prigione di Rosa Luxembourg, vanno a comporre l’opera. L’esibizione sarà accompagnata dal musicista Giuseppe Ielasi.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.