26 luglio 2012 - Cesena, Cronaca, Società

Una “Vacanza coi fiocchi” con una guida sicura

Si rinnova l’appuntamento con la campagna nazionale per invitare tutti a “dare un passaggio alla sicurezza”

Se ti metti in viaggio, prima di accendere il motore “accendi” la testa. Questa la raccomandazione che il Sindaco di Cesena Paolo Lucchi e l’Assessore alla Mobilità Maura Miserocchi, insieme agli operatori del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda Usl di Cesena e agli agenti della Polizia Municipale rivolgeranno nella mattinata di sabato 28 luglio agli automobilisti in partenza per l’esodo estivo. Anche quest’anno, infatti, Comune di Cesena e Azienda Usl aderiscono – per la tredicesima volta consecutiva – alla campagna “Vacanze coi fiocchi”, coordinata dal Centro Antartide di Bologna e dall’Osservatorio per la sicurezza e l’educazione stradale della Regione Emilia Romagna. L’obiettivo è, ancora una volta, quello di invitare gli utenti della strada a“dare un passaggio allasicurezza” nel periodo estivo e ricordare che in strada, tante volte, non si muore per caso, ma per causeprecise che possono quindiessere eliminate.

Come di consueto, la campagna parte in occasione del grande esodo estivo di fine luglio: l’appuntamento a Cesena è per sabato 28 luglio, alle ore 11, quando il Sindaco Lucchi e l’Assessore Miserocchi saranno impegnati al casello autostradale di Cesena Sud (Sant’Egidio) per distribuire il materiale informativo e augurare ai cittadini in partenza una vacanza divertente e sicura.

Ma l’attività di sensibilizzazione inizierà fin dalle ore 8.30, con la presenza di operatori del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda Usl e di agenti della PM.

Fra i materiali che saranno consegnati agli automobilisti in transito, un opuscolo con il messaggio di Piero Angela, padre nobile e storico della campagna, la cartolina raffigurante  Snoopy, il più famoso bracchetto del mondo, e un semplice decalogo di regole – semplici ma fondamentali - da rispettare quando ci si mette in viaggio, con l’invito a guidare con responsabilità e prudenza.

“Il traffico delle vacanze – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alla Mobilità Maura Miserocchi -ha caratteristiche un po’ diverse da quello che siamo abituati ad affrontare tutto l’anno: siamo più rilassati, ma al tempo stesso impazienti di arrivare a destinazione; spesso restiamo al voltante per periodi molto più lunghi di quelli abituali e siamo costretti a destreggiarci in un flusso particolarmente intenso di auto. In questo contesto  è importante più che mai adottare quei comportamenti che possono far crescere la sicurezza sulle strade a partire dal rispetto dei limiti di velocità. E ancora l'utilizzo delle cinture e dei seggiolini per i bambini, la guida attenta e prudente, evitare l’uso di droghe e alcolici, o assumere medicinali che inducono sonnolenza, il rispetto delle distanze di sicurezza, l'utilizzo delle frecce, l’uso del telefonino… L’Amministrazione comunale di Cesena da tempo dedica risorse ed energie per rendere le strade più sicure, con la costruzione di rotatorie, passaggi pedonali protetti, piste ciclabili, a tutela soprattutto degli utenti deboli della strada. Ma siamo consapevoli che questo non basta, se non chi va in auto, in bici, a piedi, non segue le regole e non presta la dovuta attenzione. Un dovere a cui tutti siamo chiamati”.

“Tutti obiettivi che il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Ausl di Cesena – spiega il dottor Luigi Salizzato, direttore del Dipartimento – è impegnato a promuovere tutto l’anno, tramite progetti di educazione alla sicurezza stradale che vengono svolti sul territorio e migliorano gradualmente l’attenzione verso questi temi. Ad esempio, il progetto Allacciali alla vita, per la promozione della sicurezza dei bambini in auto, svolto nell’ultimo anno scolastico negli asili nido e nelle scuole per l’infanzia di Cesena, Cesenatico, Gambettola e Longiano, nelle scuole coinvolte ha mostrato un aumento dell’utilizzo dei dispositivi di sicurezza per bambini del 17,5% e, da quando abbiamo iniziato nel 2007 ad oggi, l’incremento totale nelle varie scuole dell’infanzia dove siamo intervenuti è del 31%”.

In Italia nel 2011 sono morte sulla strada 4.090 persone. In particolare nei mesi estivi, quando iltraffico sulle strade è particolarmente intenso, le tragedie crescono alpunto che nel periodoluglio agosto si perdono più di800 vite e più di 54.000rimangono ferite.E i numeri si traducono in dolore incommensurabile, tragedie personali, oltre che in altissimi costi sociali ed economici.Proprio per questo non sono mai troppe le occasioni per richiamare tutti al buon senso e all'intelligenza nello stile di guida. Ciascuno può fare la sua parte per strade più sicure e civili.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.