19 luglio 2012 - Cesena, Cronaca, Politica, Società

PLI: “Il sindaco finge di non capire le critiche”

Stefano Angeli risponde alle osservazioni dell'amministrazione su Icarus e vetrine "non decorose"

Il comunicato dell’amministrazione comunale di Cesena su Sirio (Icaro) e sulle multe alle vetrine sfitte non convincono il PLI e in particolare il suo segretario regionale, Stefano Angeli, che oggi commenta negativamente le parole di Paolo Lucchi, Maura Miserocchi e Ivan Piraccini. “Il comunicato evidenzia come il nostro sindaco finga di non capire le critiche ed il nodo della questione e cerchi di sviare il discorso – dichiara Angeli -  Tutti ricordano la campagna “Sindaco fermati” che la stragrande maggioranza dei commercianti del centro storico lanciò circa un anno fa con l’affissione sulle vetrine di cartelli che chiedevano a Paolo Lucchi di recedere dalle sue politiche della sosta e della gestione del centro in generale”.

“Lucchi ignorò – continua il segretario regionale dei liberali - la protesta e proseguì sulla sua strada con i progetti di chiusura di Piazza della Libertà, con l'applicazione delle aliquote massime dell’Imu sulle attività produttive, eccetera...insomma con balzelli al posto dei parcheggi richiesti, ed oggi abbiamo come risultato un aumento esponenziale di chiusure di esercizi commerciali in centro. Questo è un fatto a cui Lucchi dovrebbe dare risposta, ma la risposta che vediamo è repressiva e poliziesca, ovvero le multe alle vetrine vuote considerate “non decorose” in base a parametri che il sindaco non s’è nemmeno disturbato a illustrare”.

L’impressione che i liberali hanno  è che l’alto numero di negozi sfitti e di vetrine vuote cominci a preoccupare il sindaco, soprattutto a poco più di un anno e mezzo dalle elezioni. “Inoltre la nostra protesta – spiega Angeli -  riguarda il fatto che se il sindaco impone il decoro ai privati deve prima dare il buon esempio magari migliorando la pulizia delle strade, che lascia sempre piuttosto a desiderare, magari migliorando o sostituendo arredi urbani indecorosi come quello di via Cesare Battisti, magari potrebbe pure cominciare a sistemare la pavimentazione del centro storico che sembra una zona di guerra”.

Altro capitolo riguarda il telecontrollo degli accessi al centro storico: su questo argomento il PLI ha espresso critiche ben precise: “Su Icaro – conferma l’esponente dei liberali -  ci siamo limitati a dire che è un sistema costoso, la cui utilità è molto relativa e che anch’esso va nella direzione della repressione e non del recupero e della rivitalizzazione del tessuto commerciale del centro storico, tessuto che noi riteniamo necessario a mantenere viva la città”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.