31 maggio 2012 - Cesena, Cronaca, Società

Terremoto in Emilia: cosa si può fare per essere d'aiuto

Prosegue la mobilitazione dei cesenati a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma

Prosegue la mobilitazione dei cesenati a sostegno delle popolazioni dell’Emilia colpite dal terremoto e molti si rivolgono in Comune  per chiedere di potersi rendere utili. Queste le indicazioni fornite dagli uffici comunali della Protezione Civile.

Chi è in grado di mettere a disposizione posti letto per ospitare persone evacuate può segnalare la propria disponibilità mandando una mail con la propria offerta e i propri dati all’indirizzo protezionecivile@comune.cesena.fc.it . In alternativa si può usare il numero di fax 0547/356396.

Gli stessi canali possono essere utilizzati per chi vuole mettere a disposizione alimenti, purchè si tratti di generi non deperibili, a lunga conservazione, ancora confezionati.

La Protezionecivile comunale provvederà – tramite la Provincia - a trasmettere le segnalazioni ricevute ai Centri di coordinamento colpiti dal sisma.

Si ricorda, inoltre, il Comune ha aperto un conto corrente per raccogliere fondi a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma. Il conto è così intestato:

Comune di Cesena – Solidarietà popolazioni terremotate Emilia – Romagna

IBAN IT73 M061 2023 933C C033 0517 296

Aperto presso la Cassa di Risparmio di Cesena

 

Intanto, dall’Inps dell'Emilia-Romagna sono arrivati i chiarimenti sollecitati ieri dal Sindaco Paolo Lucchi, che aveva scritto per chiedere ragione della chiusura della sede di Cesena, avvenuta a seguito delle scosse di terremoto di martedì scorso. Il Sindaco, in particolare, con la sua nota metteva in risalto i disagi creati a tanti cittadini, a causa della sospensione del servizio, avvenuta durante un pomeriggio di apertura al pubblico.

Questa mattina - prima con una telefonata e poi con una nota formale - il Direttore regionale dell'INPS Giuseppe Greco, ha spiegato al Sindaco come la chiusura sia stata determinata dalla volontà dell'Istituto di chiedere un intervento dei tecnici regionali della stessa struttura, per verificare l'agibilità della sede di Cesena. Verificata l'assenza di danni all'immobile, l'INPS ha ripreso la sua piena attività e "per venire incontro alla cittadinanza è stato deciso, contestualmente, di procedere all'apertura pomeridiana su due giorni settimanali. E' stato anche stabilito che, nel caso si dovesse riscontrare che tra coloro che hanno hanno potuto fruire dei Servizi INPS nel pomeriggio del 29 maggio, ci fosse qualche istanza sottoposta a scadenza, la stessa sarà considerata nei termini", come ha scritto il Direttore Greco.

"Ringrazio il Direttore regionale dell'INPS - ha commentato il Sindaco Lucchi - sia per la celerità della risposta su una situazione che era bene chiarire in fretta, sia per la disponibilità dimostrata ampliando il servizio della sede cesenate e ponendo le condizioni per ridurre sin da questi giorni al minimo le difficoltà per i nostri cittadini".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.