Evasione per 22 miloini di euro: La finanza scandaglia l'autotrasporto cesenate

Un fittizio cambio di amministrazione porta una nota azienda al fallimento

La Guardia di Finanza di Cesena ha scandagliato di nuovo il mondo dell’autotrasporto, facendo emergere un’evasione fiscale per oltre 22 milioni di euro.

La situazione era piuttosto complessa: da un lato l’azienda di trasporto, molto conosciuta sul territorio, è risultata controllata da una società olandese, dall’altro si era innescato un meccanismo criminale che nel giro di pochi anni ha portato l’azienda al fallimento, lasciando scoperti ai creditori pari a 6.5 milioni di euro, a mancate dichiarazioni dei redditi per 22 milioni e all’evasione dell’Iiva per 1 milione di euro. Cosa ben più grave la situazione occupazionale con 60 dipendenti che ora si trovano senza lavoro.

La Procura della Repubblica di Forlì aveva aperto un fascicolo sul fallimento dell’azienda ma mai si sarebbe sognata di trovarsi di fronte ad una situazione come questa. Secondo la ricostruzione dei fatti GM, imprenditore di 58 anni, avrebbe estromesso dall’azienda il reale titolare per poi cedere le quote della società ad una coppia di milanesi che risiedono però nelle zone di Perugina. A completare il quadro la collaborazione di un “insider” ossia di un dipendente coinvolto nell’operazione di “suddivisione degli utili”, facendo sparire dalla ditta 600 milioni di euro prelevati direttamente dai conti della società per versarli in quelli personali. La conseguenza è stata ovviamente immediata: il fallimento dell’azienda, che operava sul territorio cesenate da decenni.

UN’altra brutta pagina di cronaca e di economia per il nostro territorio

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.