A Cesena dichiarazioni dei redditi "sotto stretta sorveglianza"

Il Comune consegna alla Guardia di Finanza le richieste di contributi pervenute all'amministrazione

Sono complessivamente 2317 le dichiarazioni Isee consegnate dal Comune alla Guardia di Finanza in base all’accordo siglato all’inizio dello scorso anno. In particolare, tra il 2011 e i primi mesi del 2012 sono state consegnate alla Guardia di Finanza tutte le dichiarazioni Isee presentate per la richiesta di contributi comunali a famiglie numerose per l’anno 2010-2011 (107), per la determinazione rette scolastiche (975), per le agevolazioni previste dall’applicazione della legge di diritto allo studio scuole elementari e medie (237), per le riduzioni sul costo del trasporto scolastico (900). A queste si aggiungono 98 dichiarazioni Isee di assegnatari erp, consegnati da ACER nell’ambito di un programma – attualmente in corso – di controllo delle posizioni di tutti gli assegnatari ERP.

Sulla base dei controlli finora effettuati dalla GdF sono circa 80 le segnalazioni di ISEE mendaci.

Ma le verifiche proseguono tutt’ora. Proprio in questi giorni sono in fase di invio alle Fiamme Gialle le documentazioni relative alle richieste per assegni di maternità (55) e per contributi a nuclei familiari numerosi (104) raccolte tramite lo Sportello del Cittadino.

Sono questi alcuni dei dati contenuti nella risposta inviata oggi dall’Assessore alle Politiche per il Benessere dei cittadini Simona Benedetti alla capogruppo consiliare della Lega Antonella Celletti, che nelle settimane scorse aveva presentato un’interrogazione scritta per chiedere ragguagli a  proposito dei controlli effettuati sulle dichiarazioni Isee.

“Fin da quando abbiamo introdotto il quoziente Cesena come strumento per assicurare una maggiore gradualità negli scatti da uno scaglione all’altro e più equità rispetto alle condizioni economiche delle famiglie – ricordano il Sindaco Paolo Lucchi e il Vicesindaco Carlo Battistini -  abbiamo sottolineato la necessità di garantire anche una puntuale attività di controllo, indispensabile per una corretta gestione dei servizi. Chiedere a tutti un contributo adeguato alle proprie possibilità significa poter offrire sostegno effettivo a chi ha più bisogno. Per questo abbiamo intrapreso la collaborazione con  la Guardia di Finanza, nella convinzione che l’azione congiunta degli uffici comunali e delle Fiamme Gialle abbia la massima efficacia. L’esperienza finora maturata ha dato risultati significativi e, ringaziando la Guardia di Finanza per la collaborazione offerta, ribadiamo la nostra volontà di proseguire su questa strada”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.