ISEE e furbetti: La Guardia di Finanza tutela il Comune di Cesena

Lucchi: “Effettuare controlli capillari è uno strumento indispensabile per garantire l’equità fiscale”

Ieri mattina la Guardia di Finanza ha comunicato gli esiti dei controlli effettuati nei primi quattro mesi del 2012 sulle dichiarazioni Isee ricevute dal Comune, relative a richieste di contributi e agevolazioni di vario tipo, dalle integrazioni per l’affitto alle mense e alle rette scolastiche.

Dalle verifiche svolte è emerso che su 36 richiedenti, ben 33 avevano posizioni irregolari.

Di fronte a questi dati, il Sindaco di Cesena Paolo Lucchi commenta: “Ringrazio la Guardia di Finanza per l’attività svolta. Andiamo avanti così insieme nel solco di quella collaborazione avviata da oltre un anno e rafforzata con il protocollo d’intesa siglato nel dicembre scorso. Il Comune di Cesena attribuisce molta importanza alla lotta all’evasione fiscale, con un impegno che lo ha portato a essere uno dei più attivi in questo senso dell’Emilia – Romagna. Effettuare controlli capillari è lo strumento indispensabile per poter garantire l’equità fiscale, che ora più che mai è un principio irrinunciabile. In questa fase difficile, con poche risorse a disposizione, a nessuno può essere permesso di fare il furbo, di beneficiare di agevolazioni di cui non ha diritto, perché questo significa gravare sulle tasche della collettività e togliere il posto a chi ha davvero bisogno. In questo senso, le verifiche effettuate dalla Guardia di Finanza rappresentano un aiuto prezioso e irrinunciabile”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.