CAC: le sementi "valgono" 34 milioni di euro

Domani la cooperativa cesenate presenterà il bilancio 2011 nel corso dell'assemblea dei soci

«Si tratta dei valori più alti mai registrati dall'azienda nel corso dei suoi oltre sessant'anni di attività. Un risultato ancora più ragguardevole – spiega il presidente della cooperativa Giovanni Piersanti – se si considera il momento di crisi economica e difficoltà generale in cui viene conseguito, anche e soprattutto per le aziende agricole».

CAC si dimostra dunque un’azienda solida con un valore di produzione che si è attestato nello scorso anno a 34 milioni di euro e una liquidazione ai soci di circa 20 milioni di euro.
Due i “segreti” del successo per la cooperativa cesenate: da un lato la crescente attenzione ai costi interni e dall’altro una cura dettagliata per gli investimenti, realizzati con mezzi propri, in particolare negli impianti di lavorazione del seme.

I dati saranno presentati domani domenica 29 aprile all'assemblea che si svolgerà nello stabilimento di via Calcinaro a partire dalle ore 9,30. All'appuntamento parteciperanno il vice presidente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, Angelo Zucchi, e il direttore di Legacoop Agroalimentare Nord-Italia, Cristian Maretti.
CAC conta all’incirca 2000 soci in tutta Italia  e questi “portano in dote” qualcosa come 5 mila ettari di terreno su cui vengono riprodotte le sementi di cavoli, cipolle, cicorie, lattuga, cetriolo, carote, barbabietola e tante altre specie vegetali e tutte tutte rigorosamente “OGM free”.

C.A.C. sviluppa l'80% del proprio fatturato all'estero, in particolare in Europa, America ed Estremo Oriente, dove hanno sede le multinazionali che affidano alla cooperativa il delicato compito di moltiplicare le varietà che finiscono poi agli agricoltori di mezzo pianeta. Il valore consolidato delle attività delle società del gruppo C.A.C., che comprende partecipazioni in società commerciali del settore operanti in Italia e Slovenia, nel 2011 è stato pari a circa 45 milioni di euro.
Costituita il 6 Maggio 1948 a Cesena, C.A.C. è riconosciuta come prima Organizzazione di Produttori Interregionale. Il nucleo più consistente della base sociale è in Emilia-Romagna e Marche, seguite da Puglia, Umbria, Toscana, Lombardia, Veneto, Abruzzo, Molise e Friuli.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.