2 aprile 2012 - Cesena, Agenda, Eventi, Spettacoli

Sidro Club di Savignano, Fay Hallam Trinità in concerto

A Savignano sul Rubicone un pezzo di storia del rock britannico degli ultimi 25 anni

Torna i Italia un pezzo di storia del rock britannico degli ultimi 25 anni: Miss Fay Hallam con i suoi Trinity, e lo farà martedì 3 aprile al Sidro Club di Svignano in Via Moroni per un atteso concerto che avrà inizio alle ore 22:00.

Fay Hallam è un autentica icona mod, tastierista di indiscusso talento che ha animato quella scena suonando precedentemente in band seminali come Makin’ Time (assieme all’ex bassista dei Charlatans) Prime Movers, (ex Prisoners, gruppo del quale faceva parte James Taylor) e Phaze.

La cantante ed hammondista che è stata definita la nuova Julie Driscoll della scena inglese porterà sul palco del Sidro Club  una vagonata di Modern sound, Hammond Beat, Soul e R&B a manetta. Fay Hallam è da sempre un' eroina del circuito mod, ammirata ed apprezzata per le sue enormi doti canore e l' incredibile groove all' organo Hammond.

Dopo essere stata voce e tastiere dei Prime Movers dove suonava assieme al marito Graham Day (altra icona mod, forse secondo soltanto a Paul Weller) e aver superato un lungo periodo di silenzio di quasi 15 anni, interrotto soltanto da alcune registrazioni con i Phaze, Fay Hallam (non più Day) ritorna oggi con un progetto sicuramente più solido, tanto che secondo la critica Inglese i suoi Fay Hallam Trinity sono addirittura la cosa migliore che abbia mai messo in pista.

Proprio con Graham Day, leader dei Prisoners e suo compagno di vita per molto tempo, Fay fondò i Prime Movers nel 1985 dando vita assieme a Allan Crockford e Wolf Howard, sezione ritmica dei Prisoners, ad un quartetto che nel giro di pochi anni avrebbe dato alle stampe il miglior freakbeat sound in circolazione, attraverso album memorabili tra cui i capolavori Earth Church e Sins of the fourfathers.

I vecchi affezionati psiconauti ricorderanno il concerto che i Prime Movers tennero al Joy Club nel 1987 come uno di quegli eventi destinati ad allargare la mente e l’orizzonte sonoro di una persona. A distanza di 20 anni, dopo lo scioglimento dei Prime Movers, dopo l’avventura nei Phaze, Fay Hallam torna in Italia con la sua formazione, costituita da un trio nel quale oltre a lei, organo e voce, appaiono basso e batteria.

Il Fay Hallam Trinity prende ispirazione proprio dal Brian Auger Trinity e recupera sonorità sixties dove l’hammond ruggisce e illanguidisce al tempo stesso, inanellando brani modern style tratti dagli album “Realm”, “We move to shine” e “1975” e recuperando evergreen super soul nel senso più esteso del termine.

 

Pronti quindi a gustare una serata di arrangiamenti memori del mod soul di metà anni 60, dell’R’n’B di estrazione black, di ballate beat e bagliori alla Small Faces con la tastiera ruggente della Mod Queen inglese Fay Hallam

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.