31 gennaio 2012 - Cesena, Cronaca, Politica, Società

Davide Fabbri (Verdi): "A Longiano serve una lista civica ecologista"

Il Sindaco di Longiano Sandro Pascucci ha dato le dimissioni lo scorso 10 gennaio e la rinuncia all’incarico ha avuto effettivo decorso a partire da quest’oggi con la nomina da parte del Prefetto di Forlì Cesena, Angelo Trovato, del commissario prefettizio incaricato a gestire l’amministrazione sino al 6/7 maggio prossimi, date in cui si tornerà alle urne per stabilire un nuovo consiglio e un nuovo primo cittadino. “Io amo Longiano. Adoro le sue colline, il suo paesaggio, i suoi oliveti, vigneti, frutteti, adoro il borgo del centro storico di Longiano. Amo, con un pizzico di invidia, molti amici e compagni longianesi che hanno la casa a Longiano. Adoro la vocazione culturale di una realtà pregiata da difendere – interviene Davide Fabbri, Verde e membro del movimento ecologista europeo- Esiste però un problema, grosso come un macigno, non risolto: il potere del cemento a Longiano è fortissimo, come in tanti altri luoghi del nostro territorio. Il paesaggio e la bella immagine di Longiano sono a rischio da tempo”.

L’ex consigliere comunale di  Cesena coglie l’occasione rilanciare il suo ruolo politico e si propone per la istituzione di una lista civica ecologista: “Occorre a Longiano la nascita e la presentazione di una lista civica ecologista, di persone oneste, competenti e appassionate da una idea nobile della politica, da intendere come servizio al cittadina, per cambiare rotta, soprattutto sulle politiche urbanistiche e ambientali del territorio, lavorando seriamente per assicurare un’amministrazione onesta, efficace e trasparente”, dichiara Fabbri che poi attacca le politiche dell’ex Sindaco Pascucci. “Non ha prodotto alcun ‘cambiamento di rotta’ per quanto riguarda le politiche urbanistiche e paesaggistiche. Il potere del cemento a Longiano non si è arrestato con il suo arrivo in municipio, nonostante le tante promesse della sua lista di centro-sinistra ‘La Longiano che vogliamo’.
Fabbri racconta come Pascucci sia stato costretto a presentare le proprie dimissioni, dopo l’arrivo di tre avvisi di garanzia “per reati pesantissimi, peculato, falso e truffa”.
“La mia speranza è quella di vedere un risveglio delle coscienze dei longianesi – conclude Fabbri -  Un risveglio culturale di cittadini attivi, fortemente motivati a difendere il proprio territorio, per cercare di impedire nuove ferite all’ambiente e al paesaggio di Longiano, per cercare di diffondere una idea diversa di municipio e di modernità”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.