27 gennaio 2012 - Cesena, Cronaca, Politica, Società

Gesturist passa al contrattacco e diffida il MoVimento 5 Stelle

Lo Comunica il consigliere comunale Alberto Papperini, che oltre a riportare copia della missiva consegnata dalla Procura della Repubblica, annuncia la pubblicazione entro breve  dell’esposto presentato sulla vicenda Gesturist al Tribunale di Forlì.
Il documento, di 18 pagine,  cui sono allegati i documenti relativi al percorso di scissione, sarà presto reso disponibile (non appena conclusa la fase di indagine ndr.) in forma integrale sul sito internet www.cesenatico5stelle.it
“I punti salienti della vicenda sono a nostro avviso i seguenti – spiega Papperini – risulta che i soci che hanno avanzato il diritto di prelazione su Gesturist sono cinque e che questi hanno pagato al Comune 4 milioni 759 mila euro e sono diventati proprietari del Camping di Cesenatico con tutte le attrezzature annesse, ristoranti, negozi, ,villette , della Società Zadina in via Stoccolma, del Bagno del camping del Bagno Top Story a Zadina, del ristorante “Domus Popilia”, dei magazzini comunali della zona mercato ittico”.
Nelle 18 pagine presentate alla Procura forlivese il MoVimento certa di spiegare meccanismi  e tecniche che avrebbero portato alla stima dei valori dell'operazione di scissione. Sarà ovviamente compito della Magistratura, ora, accertare se vi sia stato o meno un illecito o un danno alla collettività. “Ecco perché abbiamo presentato un esposto – prosegue Papperini - I cittadini hanno bisogno di chiarezza. La ricchezza di tutti e il bene comune sono molto più importanti dell'interesse di qualche privato”
Il MoVimento sostiene di non voler diffamare nessuno, ritiene tuttavia importante e doveroso far luce su situazioni che considerano poco chiare e che i cittadini dovrebbero conoscere. “il Consiglio Comunale ha deliberato di allungare di 25 anni la durata dei contratti di appalto relativi ai servizi manutentivi prima di scindere la società. A ciò è seguito una aumento di valutazione per tali contratti attestandosi a 6 milioni di euro. In conseguenza di ciò, il Comune ha dovuto sostenere con il suo bilancio un onere a favore dei soci privati pagando Euro 1.560.000, somma derivante da questo aumento di 25 anni”, va avanti Papperini che citando tra le altre cose anche diritti di prelazione, gestione di Iat e del museo della Marineria.
“Non vogliamo prevaricare il delicato lavoro della Magistrature e della Corte dei conti.
Questo è espressione del dovere e impegno civico a cui noi del MoVimento 5 Stelle rimaniamo coerenti”, chiude il rappresentante dei grillini di Cesenatico.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.