26 gennaio 2012 - Cesena, Cronaca, Economia & Lavoro, Società

CNA sul bilancio comunale di Cesena: "troppo elevato il peso della manovra sulle imprese"

CNA invita le amministrazioni a lavorare maggiormente sul contenimento della spesa pubblica ed abbandonare l’IMU.
“La manovra, che la Giunta ha proposto recentemente, prevede di recuperare gran parte delle risorse mancanti facendo leva sull’aumento dell’aliquota IMU, fissata all’8,6 per mille, relativa alle 2^ case e agli altri immobili come laboratori, negozi, uffici e capannoni, determinando, per questi ultimi, un aggravio di tassazione compreso fra il 50 e il 100% rispetto al 2011 – spiegano Sanzio Bissoni e Roberto Sanulli, rispettivamente Presidente e responsabile di CNA Cesena -  Siamo contrari a questa impostazione. Crediamo, invece, che vadano ricercati gli spazi per graduare diversamente l’imposizione sulle imprese. Chiediamo, pertanto, all’amministrazione di non aumentare l’aliquota base per gli immobili strumentali all’attività. Gli imprenditori che investono risorse nella costruzione dei loro capannoni non lo fanno per speculare ma, unicamente, per rendere più competitiva la propria impresa!.
Se questa è una nota davvero gravosa, pare invece molto positivo il giudizio sulle azioni finalizzate allo sviluppo economico del territorio che il Comune di Cesena avrebbe inserito nel bilancio previsionale 2012.
“Bene la previsione di portare a 150 mila euro il fondo a sostegno dei consorzi fidi e bene anche lo stanziamento di 200 mila euro per l’imprenditoria e di 100 mila euro per la valorizzazione del centro storico. Naturalmente, va avviato al più presto un confronto per definire le condizioni operative di utilizzo del fondo per l’imprenditoria” – spiegano i rappresentanti di CNA -  deve rappresentare un sostegno concreto alla nuova imprenditoria e, allo stesso tempo, deve essere un preciso riferimento per tutti quegli imprenditori che innovano, che ampliano i loro mercati di riferimento e che creano le condizioni per stabilizzare manodopera. Dobbiamo saper alimentare un clima di fiducia, soprattutto fra gli operatori che ancora intendono investire e scommettere su se stessi”.
Nonostante le contrazioni degli ultimi anni, la previsione degli investimenti per il 2012 è molto significativa, si parla infatti di quasi 23 milioni di euro. “I lavori pubblici, oltre a migliorare le infrastrutture del territorio, rappresentano un’occasione di lavoro per le imprese locali – precisano Sanulli e Bissoni -  Quello che ci preoccupa, invece, riguarda le modalità per il rispetto del patto di stabilità. Infatti, la capacità di spesa per il 2012 si limita a 13 milioni di euro, e ciò comporterà pesanti ripercussioni sui tempi di pagamento alle imprese fornitrici. Il protrarsi di questa situazione impone un’azione ancora più decisa nei confronti del governo centrale, concertata con gli altri enti locali, per ottenere una modifica del patto in favore delle amministrazioni più virtuose. Su queste problematiche, fin dal primo momento, come CNA ci siamo messi a disposizione per contribuire a costruire gli strumenti adatti ad affrontare questa situazione straordinaria. Adesso, auspichiamo che il confronto possa portare ad accogliere quelle modifiche che renderebbero il bilancio preventivo meno pesante per le piccole imprese cesenati”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.