17 gennaio 2012 - Cesena, Cronaca, Politica, Società

Incidente all’impianto Amadori di Cesena: Fabbri (Verdi) chiede maggiore sicurezza

Nella notte di sabato scorso, un imponente incendio ha distrutto un impianto di depurazione dell'aria nella ditta Amadori a San Vittore di Cesena. L'area è quella  dell'impianto del rendering che è adibita agli scarti della lavorazione. Sul posto sono intervenuti gli uomini del 115 con due mezzi da Cesena e altri due da Forlì tra cui un'autobotte e il carro aria. Non ci sono stati feriti ma le procedure di messa in sicurezza sono terminate nella giornata di domenica alle 11.30 circa. Ancora incerte le cause dell'incendio. Si pensa ad un corto circuito o ad un surriscaldamento.

“Questo ennesimo e gravissimo incidente sul lavoro avvenuto ieri presso il più importante stabilimento industriale di trasformazione alimentare (lo stabilimento Avi-Coop del Gruppo Amadori di via del Rio a San Vittore di Cesena), ci colpisce duramente; i Verdi di Cesena desiderano manifestare vicinanza e solidarietà all’elettricista Giovanni Prati, ricoverato in Rianimazione all’Ospedale Bufalini di Cesena, e sperano vivamente che possa uscire al più presto dalla prognosi riservata e tornare alla vita di sempre”,  Spiega Davide Fabbri degli Ecologisti e Civici di Cesena – Verdi Europei.
I Verdi per bocca dello stesso Fabbri, manifestano la loro solidarietà all’operaio vittima del grave infortunio sul lavoro e rilanciano ancora una volta sul tema della sicurezza, specie nell’azienda di San Vittore:
“Servono ora fatti concreti per evitare nuove tragedie. A cominciare dall’approvazione e realizzazione di un nuovo Rendering (in sostituzione dell’esistente e obsoleto) all’interno dello stabilimento di Amadori dove oggi lavorano 2.500 lavoratori. Il nuovo Rendering, e cioè il nuovo impianto di trattamento dei sottoprodotti della macellazione avicola (sangue, carne e piume) per la produzione di farine proteiche, è in grave ritardo rispetto alle previsioni annunciate da tempo da Amadori relativamente al Piano di Sviluppo del sito produttivo di S.Vittore di Cesena”.
Fabbri si chiede inoltre il perché del ritardo per questo tipo di ammodernamento e messa in sicurezza dell’azienda, sostenendo che il nuovo Rendering dovrà garantire più efficienza ed essere dotato di impianti a tecnologia avanzata, abbattendo infine i cattivi odori e gli inquinanti per l’ambiente.
“Chiediamo al Gruppo Amadori – prosegue Fabbri - ben dotato economicamente, di aumentare le risorse economiche per l’acquisto di moderne tecnologie nei processi produttivi e l’assunzione di tecnici della prevenzione e dell’ambiente nei luoghi di lavoro; chiediamo all’A.USL di Cesena di potenziare le attività di ispezione e di controllo sul territorio (occorre incrementare le risorse del fondo del Servizio Sanitario Regionale, per dotare il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’A.Usl di Cesena di uomini, mezzi, strumenti e risorse per una efficace prevenzione); chiediamo al Sindaco di Cesena di far diventare centrale la questione sicurezza per le nostre aziende produttive, che devono considerarla una priorità, con l’investimento delle dovute e opportune risorse”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.