24 novembre 2011 - Cesena, Cronaca, Cultura, Società

A Case Castagnoli la nuova "scuola del sole"

Da oggi a Cesena c’è una nuova ‘scuola del sole’. Questa mattina è stato inaugurato l’impianto fotovoltaico installato sulla scuola per l’infanzia di Case Castagnoli. Al taglio del nastro erano presenti il Sindaco Paolo Lucchi, l’Assessore alle Politiche Ambientali Lia Montalti e il presidente del consiglio di amministrazione di Energie per la Città Davide Broccoli.

 

L’intervento rientra nel progetto “Le scuole del sole”, avviato dal Comune di Cesena ed Energie per la Città S.p.A., che prevede la collocazione di impianti fotovoltaici sui tetti delle scuole per fornire energia elettrica pulita e rinnovabile e senza l’uso del terreno agricolo.

 

L’impianto realizzato a Case Castagnoli ha una potenza di 12,5 kWp e sarà in grado di produrre circa 13.400 kWh/annui, tali da coprire il 100% del fabbisogno energetico della struttura scolastica.

 

La scuola materna di Case Castagnoli è la nona struttura scolastica cesenate a essere alimentata dall’energia solare, e va ad aggiungersi alle scuole di Calabrina, Pievesestina, Macerone, S. Egidio, Borello, San Giorgio, e la scuola materna e della media di Calisese, dove gli impianti sono già pienamente funzionanti. A questi si aggiungeranno a breve gli impianti delle scuole elementari di Saiano, Villa Chiaviche, Oltresavio e Ponte Pietra.

 

“Gli impianti installati in questa prima fase di interventi delle “Scuole del sole” – riferiscono il Sindaco Lucchi, l’Assessore Montalti e il Presidente Broccoli -  avranno una potenza complessiva di circa 400 kWp, per una produzione media di circa 433.500 kWh/annui, vale a dire la stessa quantità di energia consumata da circa 145 famiglie. Tutto ciò consentirà di coprire gran parte degli usi di energia elettrica degli edifici scolastici, ridurre le emissioni di anidride carbonica e sensibilizzare gli studenti ed i genitori sui delicati temi della tutela ambientale.

 

Ma “Scuole del sole” non è l’unico progetto che va in questa direzione di risparmio energetico e utilizzo di fonti rinnovabili: ricordiamo infatti che sono attivi anche i progetti “School of the future” (portato avanti all’interno di una partnership europea), “Caldaie in rete”, “Manutenzione globale”, tutti avviati nell’ambito del Piano Energetico Comunale, cioè il documento che delinea i passi da compiere per raggiungere l’obiettivo di ridurre del 20% le emissioni di anidride carbonica entro il 2020, così come indica dal Patto dei Sindaci europeo, a cui Cesena ha aderito a fine 2009. Da sottolineare, fra l’altro, che tutti questi progetti sono stati recentemente candidati al premio Klimaenergy Awards 2011, per il quale il Comune di Cesena è stato selezionato tra i comuni virtuosi nell'impiego di energie rinnovabili”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.