22 novembre 2011 - Cesena, Cronaca, Società

Piano delle performance: il Comune di Cesena fa scuola

Il piano delle performance del Comune di Cesena e il software che è stato progettato per sviluppare questo nuovo strumento di verifica dell’attività comunale sono stati al centro del convegno “Performance: perché e per chi”, che si è svolto nella giornata di martedì 22 novembre  al centro San Biagio.

L’incontro è stato promosso con l’obiettivo di fare il punto sul percorso intrapreso per definire il piano delle performance (così come prevede la ‘legge Brunetta’): con questa denominazione si indica lo strumento che, fra le altre cose, permette di misurare il grado di attuazione dei progetti del Piano di Mandato del Sindaco, lo stato di salute finanziaria dell’ente e il livello qualitativo e quantitativo dei servizi erogati. Oltre a essere un efficace strumento di lavoro per amministratori e dirigenti del Comune, esso rappresenta un’opportunità per i cittadini, che attraverso di esso potranno verificare costantemente i risultati raggiunti. Questo perché il piano delle performance del Comune di Cesena sarà presto messo a disposizione dei cittadini sul sito del Comune.

Da sottolineare che il Comune di Cesena ha fornito il modello di riferimento a livello nazionale (nell’ambito del progetto Eli4U) per la stesura di questo documento innovativo.

Al seminario di oggi, realizzato grazie a fondi esterni, ha partecipato oltre un centinaio di persone, provenienti da vari Comuni non solo emiliano – romagnoli, ma anche di altre regioni, interessati ad adottare il modello cesenate. Fra essi erano rappresentati  molti degli enti coinvolti nel progetto Eli4U per l’innovazione della Pubblica Amministrazione, di cui il Comune di Cesena è coordinatore a livello nazionale.

 

Nella prima parte del seminario, introdotto dall’intervento del Direttore Generale del Comune di Cesena Vittorio Severi (che ha messo a fuoco il contesto e i valori di riferimento del progetto), sono stati illustrati il lavoro svolto finora e i risultati raggiunti: fra gli interventi di questa sessione, quelli di alcuni dirigenti del Comune di Cesena e del professor Giovanni Fosti dell’Università Bocconi. Nella seconda parte della mattinata, il confronto si è allargato al contesto nazionale, con i contributi di Pia Marconi (Direttore Generale Dipartimento della Funzione Pubblica), del professor Emanuele Padovani della Facoltà di Economia dell’Università di Bologna (che ha parlato della salute economico finanziaria e del rating dei comuni) e del professor  Giovanni Valotti, docente dell’Università Bocconi.

I lavori sono proseguiti nel pomeriggio con i gruppi di approfondimento a cura di Comune di Cesena e TD group.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.