17 novembre 2011 - Cesena, Cronaca

Violenze sessuali su una minorenne, arrestato 49enne di Gatteo

Avrebbbe abusato più volte della piccola cercando di manifestare le sue "buone intenzioni" con mail ed sms ai genitori della vittima

Ovviamente, vista la delicatezza della situazione, il provvedimento di custodia è stato messo in atto a seguito di rigorose e approfondite indagini. Il 49enne di Gatteo, titolare di una piccola società di trasporti, dovrà rispondere ora di questi pesantissimi capi d’imputazione.

La ricostruizione dei fatti parte dal giugno scorso, quando i genitori della ragazzina 13enne vittima delle “attenzioni” dell’imprenditore, hanno sporto denuncia alle autorità.

I genitori dell’adolescente, di origine marocchina, non con poche difficoltà sono riusciti a carpire cosa stesse dietro al senso di paura e malessere che la ragazzina manifestava da tempo. La confessione ha fatto emergere un quadro inquietante, fatto di abusi e minacce, che i genitori, sconvolti dell’accaduto, hanno riportato alle autorità.

Dalla testimonianza emergerebbe che l’imprenditore abbia approfittato dell’assenza dei genitori della piccola, facendo leva sulla conoscenza dei coniugi, sui rapporti di amicizia e di vicinato intrattenuti con i membri della famiglia e sia entrato nella camera da letto della giovane costringendola ad un rapporto sessuale.

Da quel momento sarebbero partite le minacce costringendo la ragazzina a recarsi a casa sua e ad avere con lui altri rapporti. Secondo la ricostruzione ciò sarebbe accaduto almeno in altre quattro circostanze.

Con l’avvio delle indagini sono emersi dettagli che hanno dell’incredibile. L’uomo, da qualche anno convertito alla fede musulmana, avrebbe contattato l’Imam del luogo raccontando, forse in forma molto più edulcorata, quanto accaduto.

Secondo le testimonianze raccolte dalle forze dell’ordine, l’uomo sarebbe venuto a conoscenza della confessione della piccola ai propri genitori; da lì si sarebbe cautelato cercando approvazione dall’autorità religiosa, confessando a sua volta il peccato di “essersi innamorato” della figlia minorenne di un amico.

“in modo delirante – si legge nel rapporto della Polizia – (l’uomo nrd.) inviava alcune mail e sms al padre della vittima, descrivendo il rapporto d’amore con la bambina,  pronunciando nel contesto addirittura proposta di matrimonio”.

L’Orco avrebbe convinto inoltre la moglie a contattare la famiglia della piccola asserendo di essere al corrente del rapporto amoroso e di essere favorevole al secondo matrimonio.

Con una serie di dettagli che restano ancora da spiegare e a cui l’imprenditore di Gatteo dovrà tentare di rispondere, l’uomo trascorre, in attesa di giudizio, le sue lunghe giornate nel carcere di Forlì.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.