10 novembre 2011 - Cesena, Cronaca, Sport

Morte Pantani, la cassazione scagiona i presunti pusher

 Se nel giudizio di primo e secondo grado Carlino era stato condannato a quattro anni e sei mesi di reclusione, oltre ad una ammenda di 19 mila euro e al risarcimento di altri 300 mila in favore dei familiari di Marco Pantani, l’ultimo grado ha ribaltato completamente la sentenza. il sostituto procuratore generale della Cassazione Oscar Cedrangolo aveva sottolineato enormi perplessità in merito ai verdetti dichiarando di “aver avuto la sensazione che la spettacolarizzazione data dai media alla morte di Pantani abbia spinto i giudici di merito ad una eccessiva attribuzione di responsabilità”. Oggi la difesa si è ritenuta soddisfatta del giudizio sostenendo che “la Cassazione ha dimostrato di essere slegata dalla emotività dei giudici di merito: verdetto equilibrato”. La mamma Tonina ha gridato allo scandalo, dichiarando ai giornalisti: “Non esiste giustizia, in Italia si possono rovinare le persone e poi farla franca. Eravamo certi di vincere, ma io non mi abbatto. Ci sono aspetti inspiegabili di tutta questa vicenda, dentro di me c'é una tristezza enorme”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.