7 novembre 2011 - Cesena, Cronaca

Cesena, nessuno stato d'allerta ma pronti ad intervenire in caso di maltempo

“Al momento, per fortuna, non sono annunciate emergenze particolari – anticipa il Sindaco Paolo Lucchi – ma è chiaro che cerchiamo di prestare la dovuta attenzione a tutti gli aspetti legati a questa particolare problematica. Va detto che la pulizia e manutenzione dell’alveo dei fiumi, Savio compreso, è di competenza del Servizio Tecnico Bacino Romagna (che fa capo alla Regione Emilia – Romagna) o del Consorzio di Bonifica della Romagna. Secondo le indicazioni fornite da questi enti, l’attuale situazione manutentiva risulterebbe non ottimale, ma comunque in uno stato tale da non destare gravi preoccupazioni: il problema reale è che, anche in questo caso, occorrono sempre più risorse economiche per effettuare un’efficace azione preventiva in un momento particolarmente sfavorevole, pertanto si è costretti a definire delle priorità prediligendo la pulizia dei corsi d’acqua minori a più alto rischio”. Il Primo cittadino di Cesena, inoltre, viste le avverse condizioni meteo che si sono scatenate sull’Emilia Romagna, ha preso contatti con il governo territoriale emiliano romagnolo. “Proprio oggi ho inviato una lettera all’Assessore Regionale all’Ambiente e alla Riqualificazione urbana Sabrina Freda – conferma il Sindaco - per sollecitare interventi adeguati sul nostro territorio. Ma, per quanto ci riguarda, siamo sempre molto attenti alle comunicazioni della Protezione Civile Regionale: in media riceviamo annualmente 40-50 messaggi di allertamento, anche se, per fortuna, in circa il 25-30% dei casi, i fenomeni preannunciati non si verificano o avvengono con intensità tali da non essere un pericolo per la popolazione. Gli allertamenti ci arrivano tramite e-mail, fax e sms e, a cura del Comune, il testo di tali allerte è trasmesso a radio e tv locali per la diffusione del messaggio alla popolazione. E naturalmente, in caso di bisogno, la Protezione Civile comunale è pronta a mettersi in azione sulla base di quanto previsto dal Piano Comunale di Protezione Civile, redatto già da diversi anni e  dove sono stati analizzati diversi scenari di rischio, fra cui quello idrogeologico ed i relativi modelli di intervento”.

Nel Piano Comunale, come prevede il protocollo stilato con il Centro Unico di Protezione Civile provinciale, sono state individuate le strutture adatte per ospitare temporaneamente la popolazione impossibilitata a rientrare nelle proprie abitazioni (aree di accoglienza coperte e scoperte).

“A ogni scenario di rischio – specificano il Sindaco e  l’Assessore alla Protezione Civile Ivan Piraccini - corrisponde, un modello di intervento, cioè la descrizione dell’organizzazione che ci siamo dati per far fronte tale evento e le azioni che il Sindaco, in qualità di autorità locale di protezione civile, deve mettere in atto, distinguendo fra i casi che possono essere fronteggiati a livello locale e quelli che richiedono l’intervento coordinato della Regione. L’allerta può essere di livello 1 o, nei casi più seri, di livello 2, a seconda dell’intensità prevista e della gravità dei possibili effetti. Finora, grazie al cielo, sono stati ben pochi i casi di allerta 2 nel nostro territorio, ma anche nei casi di allarme rientrato il personale della nostra Protezione Civile si è sempre messo all’opera per essere pronto a rispondere all’emergenza, e ad essi va il nostro più sentito ringraziamento per l’impegno che hanno sempre dimostrato”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.