14 ottobre 2014 - Agenda, Cultura, Arte, Società

"Arte per Benedetta"

Un'esposizione omaggio alla venerabile nel 50enario della morte

DOVADOLA - Sabato 18 ottobre 2014, alle ore 16,30, si inaugurerà la mostra "ARTE PER BENEDETTA" che rimarrà aperta fino al 2 novembre.

 

In occasione del cinquantenario della morte di Benedetta Bianchi Porro, l’Associazione “Artisti Dovadolesi” ha sentito l’esigenza di dedicarle una mostra d’arte creando, ognuno degli artisti iscritti, un’opera dedicata a lei, loro concittadina e persona dotata di qualità straordinarie, di bontà ed accettazione del male che ha sopportato con rassegnazione e addirittura con gioia.

 

Da tutto ciò scaturisce il sentimento di affetto e di devozione verso di lei e il desiderio di approfondire la sua conoscenza anche attraverso emozioni e sensazioni che solo l’arte può dare.

Il ricordo di lei, attraverso le celebrazioni del cinquantenario, hanno toccato l’animo degli artisti dovadolesi che si sono impegnati a produrre una loro opera su di lei.

 

Serena Venturelli, presidentessa dell’Associazione e tutti i soci hanno così pensato di allestire una mostra per celebrare anche a modo loro il cinquantenario. Sono presenti elaborati di pittura, scultura e fotografia. In alcune frasi che i dovadolesi hanno scritto, affiorano particolari interessanti ed inediti che riguardano la vita di Benedetta.

 

Il Museo Benedetta Bianchi Porro di Dovadola racchiude opere considerevoli di artisti i quali le hanno  donate al museo in ricordo della Venerabile. “Abbiamo pensato di esporre i nostri lavori insieme a quelli di coloro che hanno effettuato tali donazioni – racconta la presidentessa dell’Associazione Artisti Dovadolesi - Unire in un’unica esposizione le nostre opere a quelle già esistenti, ci è sembrato un avvenimento più esaustivo dell’arte dovadolese per Benedetta. Mi piace ricordare che amava tanto tutte le arti, lei stessa suonava il piano e dipingeva. Attuando questo progetto, pensiamo di farle cosa gradita”.

 

Ogni mostra che si rispetti è corredata da un catalogo. In esso sono contenute le opere dei dovadolesi e quelle di coloro che hanno donato  alla Fondazione, ispirati dalla santità di Benedetta.

 

La volontà non era quello di realizzare un documento storico, ma di dare una testimonianza di quanto Benedetta abbia influenzato i sentimenti e la creatività degli artisti del territorio.

 

Nel catalogo, oltre alla presentazione di Serena Venturelli, a quella di Sua Emineza il Vescovo di Forlì – Bertinoro e a quella del Parroco di Dovadola, è presente un tracciato storico del nostro Sindaco Gabriele Zelli sulla vita di Benedetta.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.